Sta per tornare il Salone del Mobile di Milano, ormai giunto alla 57esima edizione; durante la settimana del design per eccellenza i distretti Sant’Ambrogio, Università Statale e 5 vie, saranno interessati da un ricco calendario di eventi legati proprio al Fuorisalone 2018.

Sant’Ambrogio

Tra i distretti più giovani del Fuorisalone 2018, Zona Santambrogio è uno dei quartieri meneghini più eleganti e ricchi di storia, dove hanno sede istituzioni culturali che vanno dal Museo della Scienza e Tecnologia alla Triennale di Milano.

Zona Santambrogio, ribattezzata come Zona Santambrogio Design District, si conferma anche per la Milano Design Week un luogo di grande interesse. Qui, il Fuorisalone 2018 si declina in mostre, cibo di strada ed esposizioni di giovani talenti.

Non mancano luoghi consacrati alla creatività come lo Spazio Rossana Orlandi, dove è prevista una giornata di talk e la mostra Il Senso di Colpa. (via Bandello, 14)

Impossibile non menzionare anche la Fondazione Achille Castiglioni dove è allestita la mostra omaggio 100×100 Achille, e la Fondazione Franco Albini che apre le porte del suo storico studio offrendo visite di vario tipo, anche per bambini.  (Piazza Castello, 27 e Via Telesio, 13)

 

100x100 albini

 

Il distretto Sant’ambrogio presenta inoltre la sesta edizione di DOUTDESign, la mostra collettiva dei giovani designers under 35. Quest’anno ospita un progetto inedito mai realizzato di Franco Albini, la Poltrona Sospesa. La mostra, situata negli spazi dell’ex convento di via San Vittore 49, sarà incentrata su start-up e progetti emergenti. Saranno dedicati all’ arredamento, agli accessori, agli interni e allo studio del prodotto, con un occhio di riguardo alla sostenibilità. (Via San Vittore, 49)

Per il Fuorisalone 2018 segnaliamo anche Inhabits – Milano Design City, in scena negli spazi tra piazza Castello e Parco Sempione. Il percorso espositivo permetter’ di vivere in maniera interattiva e sul campo il design e l’architettura, tra installazioni e performance a tu per tu con i progettisti protagonisti.

5 vie

Il distretto 5Vie si animerà con mostre, performance e workshop. Tra gli appuntamenti da non perdere l’immancabile Seletti Design Pride con festa trionfale in Piazza Affari il 18 aprile.

Un ciclo di quattro progetti curatoriali con designer emergenti saranno dislocati per il quartiere. A ciascun designer è stato chiesto di realizzare un oggetto, senza conoscere il contesto espositivo. Un approccio, questo, anti site-specific a favore di un oggetto più universale. Tra i designer emergenti spiccano Sara RicciardiErez Nevi Pana. (tra via Cesare Correnti 14 e l’ex spazio Meazza in piazza Cardinal Massaia)

Nel crocevia più antico di Milano all’interno di un avanguardistico distretto dal ricco patrimonio artistico culturale  si susseguono in posizione strategica storiche curiosi ateliers, showroom, innovativi concept stores e botteghe artigiane.

Tra queste ultime vi consigliamo la bottega di Bianca Bassi che realizza vetrate artistiche nel cuore della Vecchia Milano presso la Darsena e Il Coccio di Guido De Zan, laboratorio con forno ceramico. (Via Alessi e Colonne di San Lorenzo)

Con la ceramica lavora anche il Laboratorio Paravicini che crea piatti che in grado di riportare sulla tavola di tutti i giorni l’atmosfera ed il calore che la porcellana industriale non è in grado di proporre. (Via Nerino)

Infine Palazzo Litta sarà uno dei punti focali dell’evento. L’installazione del cortile di quest’anno è stata progettata dallo studio londinese di Asif Khan e ha come titolo Tempietto nel Bosco. Il padiglione in legno sarà concepito come un mix tra una foresta e una cattedrale all’ aperto. (Corso Magenta)

 

Fuorisalone Laboratorio-Paravicini

Università Statale

Nella suggestiva cornice dell’ Università degli Studi di Milano, IKEA si prepara a conquistare il Fuorisalone 2018 con Alla scoperta dell’infinito. L’ installazione, realizzata con l’architetto Lorenzo Damiani, sarà esposta nell’ambito della mostra evento INTERNI House in Motion. Una piccola abitazione, idealmente trasportabile, dalle forme archetipe e riconoscibili, racchiude un immaginario tridimensionale costituito da mobili che si animano e trasformano seguendo un processo di montaggio dai codici non sempre consueti. 

Nel cortile d’onore dell’ Università Statale, si unirà Orticola, la famosa rassegna dedicata alle piante e ai fiori. Sarà presente con una installazione, dal titolo Untitled Animals, realizzata da Claudia Losi.

Nel loggiato superiore della Corte d’Onore della Ca’ Granda andrà in scena anche il Limbo di Salvatore Ferragamo. La struttura luminosa lascerà a bocca aperta chi si troverà a passeggiare all’ Università degli Studi di Milano. Limbo è un labirinto aereo, composto da moduli in filo di policarbonato, che pendono da una struttura lignea site-specific e creata ad hoc.

La luce sarà protagonista anche nello store Salvioni Milano Durini dove verrà presentata la serie Lederam, Fil de Fer, Luci d’Oro, Stchu Moon e Turciù.

 

Ferragamo_Loggiato_fuorisalone