Il progettista Moreno Ratti presenta Contrasti, in anteprima, una nuova ricerca nel campo dei prodotti lapidei. La creazione sarà presentata ufficialmente alla prossima Miart 2018 che si terrà tra il 13 ed il 15 aprile a Milano. La troveremo all’interno della Galleria Matter of Stuff insieme ad alcune delle realizzazioni più celebri del designer Moreno Ratti.

Avevamo già incontrato Moreno Ratti tempo fa e lo avevamo presentato come un designer sperimentale.
L’estro da architetto si unisce, nella sua persona, all’artigianalità per plasmare oggetti di straordinaria bellezza e di grande valore. La materia prima che utilizza, il marmo, è un elemento già di per sè non indifferente. Ma la miglior qualità è quella di saper trasformare ciò che è semplice e bello in qualcosa di altrettanto innovativo ed unico.
E sono queste le parole chiave che permettono a Moreno Ratti di accedere anche a Miart 2018.

Moreno Ratti presenta Contrasti

Moreno Ratti esporrà i nuovi vasi dal nome Contrasti che racchiudono una visione del marmo diversa dalle precedenti. Perchè il vaso? ”Il vaso per me rappresenta l’elemento più facile per approcciare una nuova ricerca, che a volte se giusta, viene declinata in altri oggetti”. E infatti il vaso sarà una sorta di prototipo in vista di evoluzioni della forma e del concept.
L’idea è quella di minimizzare gli sprechi di materiale attraverso la lavorazione di un modulo 3D. Il risultato riesce a valorizzare le risorse naturali, quali il marmo, attraverso una texture ottenuta dalla lavorazione tridimensionale di accostamento dei pezzi. Visivamente il vaso mostra una grafica prettamente casuale in scala di grigi con un effetto geometrico irripetibile.

 

Un marmo ecosostenibile

La pietra, per essere utilizzata nel progetto, è prima studiata accuratamente. Ogni pietra racconta una storia e possiede un valore intrinseco che viene alla luce con il taglio e l’accostamento giusto.
Per questo progetto si tiene in considerazione anche un valore ecosostenibile che punta sull’ottimizzazione delle materie prime. Moreno Ratti si affida a Stonethica per un prodotto che recupera l’80% degli scarti, uniti tra loro con resina. Questi strati creeranno la superficie di Contrasti. La qualità del progetto mette in mostra la stratificazione dei pezzi assemblati con caratteristiche molto vicine al marmo naturale. Il tocco artigianale, invece, non è solo dato dalla lavorazione, anzi dall’identificazione di pezzi unici ed inimitabili.
Queste qualità decretano ancora una volta il successo di Moreno Ratti con l’auspicio che anche Miart possa confermare le doti dei suoi Contrasti.