Un altro successo per il Made in Italy, questa volta si tratta di un nuovo hotel a Shanghai firmato Piero Lissoni. L’Italia si riconferma protagonista in oriente dove il nostro design è sempre apprezzatissimo.
Questa volta è Piero Lissoni a ricoprire la veste di ambasciatore del Bel Paese in un luogo dove grattacieli e case tradizionali si fondono tra loro. Così nasce un mix tra design contemporaneo e cultura locale, tema accolto dalla catena Swiss Hotel che ha affidato il nuovo progetto all’ architetto italiano.

 

Nuovo hotel a Shanghai firmato Piero Lissoni

 

“Individualità, design sofisticato e servizio straordinario” questo il motto della rivoluzione della luxury hotellerie. E Middle House ne è la dimostrazione, l’ultima nata e quarta proprietà del gruppo The House Collective di Swire Hotels a Shanghai.
La Middle House è un boutique hotel nello storico quartiere Dazhongli dove è stata creata un’oasi elegante di design.

Il ricco patrimonio artistico e culturale di Shanghai è diventato il mood per la creazione degli interni accostato alle combinazioni sottili di linee audaci ma di forte impatto visivo come per la scelta dei materiali e dei colori. Il minimalismo non manca, segno distintivo di Piero Lissoni.
Il progetto si fonda su una combinazione di forme espressive tra cui lo stile tipico della storia e della tradizione artigianale del luogo. In contrapposizione gli elementi contemporanei portano un equilibrio spaziale nelle aree interne mantenendo una linea semplice ma curata.

Il nuovo hotel a Shangai firmato Piero Lissoni si basa su una lunga esperienza del progettista nella creazioni di arredi. Piccoli oggetti d’arte accompagnano i visitatori nelle loro stanze per riprendere la località dell’albergo.
Le ampie vetrate accolgono luce e una vista panoramica sulla città. Lo stesso metodo basato sulle trasparenze permette un passaggio della luce anche agli ambienti più intimi per conservare un senso naturale alla progettazione e l’effetto di un unico grande spazio aperto.