Di solito sinonimo di colori e meraviglie che si accompagnano all’ andamento della primavera, la Tortona Design Week 2018 si ripropone anche quest’anno con una scaletta di eventi di tutto rispetto.

Niente primavera, per il momento, ma il Salone del Mobile non si farà fermare da qualche intemperia. Il tema delle giornate infatti, girerà attorno agli elementi migliori, ovvero Only the Best, il manifesto dell’evento di design.
Ricerca della qualità, dell’eccellenza e dell’innovazione, questi sono i concetti che spingono il Salone del Mobile ad essere un punto focale di gusto, ricercatezza e precisione.

Tortona Design Week 2018

Tra il 17 e il 22 aprile, si potrà quindi ammirare il meglio del meglio, selezionato da Gisella Borioli e dall’ art director Giulio Cappellini. Quattro giornate con quattro punti focali da non perdere: Nendo, Dassault Systèmes, Smart City e Superloft.

Iniziamo con la mostra di Nendo, l’acclamato studio di design giapponese che si presenta attraverso un’esposizione personale del suo ambiente. Uno studio e rappresentazione del movimento attraverso l’analisi della materia in uno spazio di oltre 800 mq. 10 gli allestimenti per mostrare la varietà del suo tema. La mostra di Nendo è un must non solo per il tema così difficile da mostrare, ma soprattutto per la scelta di esporre lavori finiti e bozze incomplete, come dimostrazione delle varie fasi di inspirazione ed elaborazione dell’idea.

Dassault Systèmes, invece, si erge nel tema Design in the Age of the Experience. Un urlo per protestare contro l’inquinamento dell’aria, le installazioni, in collaborazione con Kengo Kuma, riutilizzano materiali a favore dell’ambiente e nel rispetto dell’atmosfera.

Tutti al Superstudio

Sempre nel tema della ricerca dei materiali, Superdesign Show, continua nella mostra di Smart City, che come ogni anno propone una lista di prodotti super performanti e all’ avanguardia, che potrebbero trasformare il futuro e migliorare il presente. (Via Tortona, 27)
Il tema della sostenibilità e della materia si districano in due postazioni principali nell’Art Garden.

Infine vi indichiamo il Superloft, l’evento che raggruppa grandi nomi del Made in Italy e dei maestri artigiani. Contemporaneità e visione, una ricerca dell’arte e un’espressione della sua ecletticità e al tempo stesso semplicità. Superloft propone una visione generale dove ogni forma sembra provenire dall’ immaginazione per arrivare alla realtà, con un mix tra l’arredo classico e la modernità ricercata oggi, per proporre una abitazione internazionale. Dal salotto, ai bagni, alle camere da letto, ogni singolo arredamento è volto a creare uno scenario che potrebbe inserirsi in qualsiasi città. E’ così che il Superloft riprende gli stili contemporanei e li mescola alla propria visione per presentare una casa di mondo.

 

 

E questi eventi, lo ricordiamo, sono solamente alcuni dei grandi scenari da ammirare. Il Salone del Mobile, come ogni anno si muove per stupire, far riflettere e per destare stupore. Dalla casa del mondo, all’ intelligenza nel riutilizzo delle materie, l’evento primaverile è già sulla bocca di tutti.

Non una fiera del design, quindi, per suscitare interesse e poi venir dimenticata. Piuttosto una vera e propria mostra d’arte che si districa per lasciare un ricordo indelebile. Avete già segnato le vostre tappe?