E’ stato amore a prima vista, o meglio, a primo trailer. Wonder è il film che sicurmente chiude un anno di grandi successi cinematografici, con Owen Wilson e Julia Roberts protagonisti assieme al piccolo Jacob Tremblay, noto per aver interpretato Jack Newsome in Room.

Wonder

Wonder

WONDER: TRAMA

August Pullman, meglio conosciuto come Auggie, è un bambino di appena dieci anni con una evidente malformazione cranio facciale che rende il suo aspetto poco piacevole alla vista. Questa diversità è causa dei problemi della famiglia Pullman, composta da Isabel, madre premurosa che ha abbandonato la carriera per dedicarsi ai problemi del figlio, Nate, padre affettuoso e divertente, e Olivia, la primogenita che con amore e pazienza si è eclissata per dar spazio alle difficoltà del fratello.

Wonder

Wonder – Auggie e Isabel

Per Auggie è arrivato il momento di abbandonare i gli studi con la madre e di inziare ad andare a scuola, con tutti i suoi coetanei. Dopo anni di protezione spasmodica da parte della sua famiglia, questo è un cambiamento importante e ne terrorizza il ragazzino che nasconde abitualmente il volto sotto un casco da astronauta.

Wonder - Auggie

Wonder – Auggie

Auggie però è un ragazzino coraggioso e decide di intraprendere questo nuovo viaggio, affrontando tutte le difficioltà che ne comporta. I bambini sanno essere davvero cattivi e il suo aspetto diventa facilmente oggetto di screzi e prese in giro finché nella sua vita sopraggiunge qualcosa di nuovo, l’amicizia. Grazie alle persone di cui si circonderà e al sua meravigliosa forza, Auggie diventerà il bambino più popolare della scuola.

WONDER: QUESTIONE DI PUNTI DI VISTA

La bellezza e scusate il gioco di parole – di questo film sta nella moltiplicazione dei punti di vista. Il racconto ha inizio con la voce di Auggie e, come una palla, la narrazione “passa” toccando tutti i componenti della famiglia, amici inclusi.

Wonder - L'amicizia

Wonder – L’amicizia

La famiglia Pullman è semplicemente meravigliosa. Solida ed estremamente unita, affronta le difficoltà con una forza trainata dall’amore e dal sacrificio di sé. Auggie viene definito dalla sorella come un sole attorno al quale ruotano tutti gli altri. Ed è proprio questo il tema di tutta la pellicola e rappresentanto perfettamente da Stephen Chbosky che riporta sul grande schermo il romanzo di Palacio con estrema maestria.

Wonder - La famiglia Pullman

Wonder – La famiglia Pullman

WONDER: TUTTI NELLA VITA DOVREBBERO AVERE UNA STANDING OVATION

E’ un film che lascia il sorriso sulle labbra. Dall’inizio alla fine è impossibile distrarsi o annoiarsi perché vieni completamente divorato, minuto per minuto, dalle immagini che si susseguono. E’ di una bellezza spiazzante, nettare per l’anima. Poche volte mi capita di rimanere così piacevolmente colpita da un film e vi posso garantire che questa pellicola ci è riuscita!

Wonder - Attimi in famiglia

Wonder – Attimi in famiglia

Eccellente. Un concentrato di emozioni che fanno ridere e piangere al contempo, lasciandoti un gusto meravigliosamente dolce in bocca. Armatevi di fazzoletti e andate a scoprie la vera bellezza, quella che i sensi non possono percepire.