acne-studios-ss18

Acne Studios Spring Summer 2018

“Sono sempre stato interessato a ciò che si trova fuori dalla moda. Ho sempre avuto la sensazione di essere un po ‘diverso dal sistema, e in realtà la collezione riguarda l’esplorazione di quell’idea”

Sono queste le parole pronunciate nel backstage da Jonny Johansson, creative director del brand Acne Studios, a proposito della nuova collezione pensata per la prossima primavera, Acne Studios Ready-to-Wear Spring Summer 2018. 

Per l’occasione, il brand svedese ha deciso di mettere in luce le peculiarità di ogni capo.

Una collezione, quella di Acne Studios Spring Summer 2018, ricca di giacche, camicie, pantaloni a vita alta e vestiti trasparenti.

I tessuti utilizzati, all’apparenza semplici, sono, al contrario, trattati e abbelliti.

Il messaggio che si vuole trasmettere? Esplorare, in modo deciso e senza riserve, il modo di essere dei cosiddetti outsider in cui lo stesso Jonny Johansson si rivede.

Acne Studios Ready-to-Wear:

Toni aciduli come il verde menta e l’azzurrino lime vengono perfettamente mixati fra loro per dare volto nuovo alla collezione Acne Studios Ready-to-wear Spring Summer 2018 pensata per la prossima primavera.

L’atmosfera che si viene a creare è fortemente anni ’70. Così forte che il groove di quegli anni si respira in ogni outfit uscito in passerella. C’è voglia di stupire, di divertirsi e di farlo nei toni pastello.

 

D’altronde, nella moda di oggi esiste una sorta di nostalgia verso il mondo dell’usato e del vintage.

E se la febbre del sabato sera chiama, Acne Studios risponde a gran voce!

Bluse seducenti di raso ricoperte da audaci stampe pitone; gessati tradizionali con sottili fili di frange metalliche che oscillano lungo le linee di pantaloni, top in maglia e camicie lucenti.

Protagonista della collezione?  La camicia di jeans, lavata, sovra-tinta e poi ricamata a mano con migliaia di paillettes e abbinata a un abito crochet sfrangiato.

Acne Studios Spring Summer 2018

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Related Post