calendario pirelli 2018

Calendario Pirelli 2018: Lost in Wonderland

Diffuse in rete le prime foto direttamente dal backstage, al via la trepidante attesa per uno dei must have di eleganza e autenticità: il Calendario Pirelli 2018. Noto come The Cal, si tratta di un appuntamento fisso che unisce il mondo della moda con quello della fotografia, che da sempre appassiona esperti e laici del sistema.

Il tema

Da sempre famoso per il continuo rinnovarsi nel corso delle edizioni, la tematica scelta per questa edizione è sicuramente strong, ma è il modo in cui viene presentata che la rende peculiare. La scelta ricade sul magico mondo di Tim Burton, foriero di stravaganze e irriverenza, ma rivisitato in chiave Black. A posare per il fotografo Tim Walker 17 modelli d’eccezione, provenienti dal mondo di moda, sport e cinema. Per citarne alcuni, Naomi Campbell ad interpretare la tagliatrice di teste del regno- e affermando di aver provato un piacevole passatempo nel tagliare teste-, la Drag Queen Ru Paul nel ruolo della temibile regina di cuori, il premio Oscar Lupita Nyong’o nel ruolo del ghiro.

Calendario Pirelli 2018

Break the rules:

Non è la prima volta che il Calendario Pirelli sceglie di mettere in campo soltanto unicamente soggetti di colore. L’unico precedente risale al 1987, edizione nella quale troviamo una giovanissima- appena sedicenne– Naomi Campbell posare a seno nudo.

naomi

La scelta al tempo venne però condotta seguendo un mood completamente differente rispetto a quello odierno. Se allora si puntava a dare una nuova immagine, dinamica ed “esotica”, a The Cal, oggi i feedback sono fortemente improntati sul sociale. Il messaggio risulta chiaro e vuol esser tutto rivolto all’apertura e all’abbattimento delle barriere razziali che ancora oggi purtroppo si affermano prepotenti nel mondo dei social media e non solo. Tale tematica risulta essere il proseguimento di un armonico File Rouge avviato lo scorso anno da Peter Lindbergh, il quale immortalò attrici del calibro di Huma Turman e tra loro una professoressa universitaria, in vesti informali e con make up quasi impercettibile, puntando tutto sulle emozioni trasmesse. Rompere gli schemi sembra esser dunque il motto vincente, come testimoniano le parole del fotografo Tim Walker:

«qualsiasi ragazza, bianca o nera, cinese o indiana, ha diritto alla sua fiaba».

 

Rupaul (Pirelli)- Calendario Pirelli 2018

Rupaul
(Pirelli)

Nell’attesa di poter osservare la versione definitiva, non resta che auspicare che il messaggio scelto da Pirelli sia un monito al mondo della moda- ma non solo– ad aprirsi a nuove frontiere, abbracciando il mondo in ogni sua sfumatura.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Related Post