CARA DELEVIGNE

Like a fashion warrior: Cara Delevingne

Classe 1992, 176 cm di irriverenza e sopracciglia profonde, infinite, importanti.

Stiamo parlando di Cara Delevingne, ex super top che in pochi anni è riuscita a diventare un’icona per il jet set e il fashion system.

Nata a Londra da mamma Pandora –indiscussa bellezza degli anni ’80– e papà Charles aristocratico magnate del mondo immobiliare, è cresciuta nel quartiere di Belgravia insieme alle sorelle Poppy, anche lei modella, e Chloe.

A differenza di quel che si potrebbe pensare, a causa di quel dettaglio alla Frida Kahlo che la renderà solo più tardi la donna glamour che è, è sempre stata la meno graziosa delle sorelle. Ma si sa, Cara è leone non solamente nel segno.

Cara Delevigne

Cara Delevingne

A 17 anni prende il via una tra le più sfolgoranti carriere di sempre: prima con Love Magazine poi con i big della moda.

I grandi bramano la sua bellezza non convenzionale, a tratti eclettica e se la contendono.

Blumarine, Burberry e Chanel prima, Versace, Fendi e Victoria’s Secret poi: voglio lei, la giovane dea dal passo deciso che fa l’occhiolino di fronte alla piramide dei fotografi. Voglio lei, quell’avvenente “ragazzaccia” dallo sguardo vivo e ammaliante, vogliono lei tanto da farle cavalcare le catwalk più importanti.

Cara è determinata, ambiziosa ma data la sua giovane età anche troppo inesperta.

Difficilmente rifiuta proposte di lavoro, difficilmente antepone sé stessa. Scelta, questa, che le costerà una presa di coscienza dolorosa quando nel 2015, a soli 23 anni, annuncerà l’addio alle passerelle per dedicarsi al mondo della recitazione e alla musica.

Un lavoro cresciuto troppo in fretta per lei che negli obiettivi dei fotografi e nella vita ci ha sempre guardato dentro e ha saputo animare e animarsi, un lavoro che però le ha fatto odiare il suo corpo, quello per cui il resto del mondo invece era in visibilio.

Un oggetto spersonalizzato dal quale le decisioni erano indipendenti. Cara ha camminato lungo l’orlo della depressione fino a quando ha deciso di scegliere sé stessa e riprendere in mano una vita che non la facesse sentire “troppo vecchia”.

Una guerriera che ha saputo dare una svolta a una vita che non faceva per lei non accontentandosi. Una leonessa che con carisma, esplosività ed esuberanza ha saputo riscattarsi e reinventarsi in nuove vesti con la stessa sicurezza ostentata sotto i riflettori.

Cara Delevigne

Cara Delevigne

Cara è un artista poliedrica: musicista batterista e attrice, ha già avuto occasione di dimostrare le sue doti di recitazione nei film Anna Karenina, The Face of Angel. Kids in Love, Città di Carta, Suicide Squad, prestando la sua voce al videogame Grand Theft Auto V e apparendo nel trailer Call of Duty.

Così come nel mondo del lavoro, anche nella vita privata la ex super top ha visto i riflettori puntati su di sè: “Embrace your weirdness” ed è l’emblema dell’orginalità.

Bisessuale dichiarata è stata legata nel 2014 a Michelle Rodriguez per poi perdere la testa e innamorarsi perdutamente nel 2015 di Annie Clark meglio conosciuta come Sr. Vincent e con la quale pare intenzionata a sposarsi.

Oggi Cara è una donna diversa. A fronte delle esperienze vissute e delle prove superate può dirsi davvero una fashion warrior, una che il successo l’ha vissuto, l’ha respirato ma che l’ha tradita obbligandola a scegliersi.

Cara Delevigne

Cara Delevingne

Così sfacciatamente bella ha saputo farsi amare grazie al suo carisma, alla sua tenacia, al suo essere genuino: una super top che ha scelto la vita vera all’Olimpo.

Questo articolo è presente ne l’Edicola di CittaWeb

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Related Post