L’inverno è ormai alle porte e vagando in sani pomeriggi di shopping terapeutico mi sono amorevolmente “scontrata” con la bellissima collezione autunno/inverno 2016 di Alberta Ferretti.
La ricordavo dalle sfilate, ma ammirando i capi alla boutique di Via Condotti, a Roma, ho apprezzato personalmente la qualità dei tessuti, la raffinatezza dei dettagli ed ovviamente, il gusto estetico dell’intera collezione.

Alberta Ferretti, che per la campagna adv ha scelto come testimonial l’icona della mia generazione, Kate Moss, ha creato una collezione davvero iper femminile, elegante e sofisticata, curatissima nella scelta dei tessuti ed attenta al dettaglio sartoriale.
Le foto della campagna, scattate da Luigi & Iango, sono esclusivamente in bianco e nero ed hanno un taglio quasi cinematografico, che esalta la bellezza sempre autentica di Kate Moss ed al tempo stesso rispecchia l’estetica sensuale e femminile dell’intera collezione.

Alberta Ferretti - AW 2106 adv campaign

Alberta Ferretti – AW 2106 adv campaign

“Ho voluto disegnare una figura molto femminile e molto libera, libera di scegliere il proprio modo di essere, mutevole ma coerente, libera di usare il romanticismo come la chiave della sensibilità”, ha dichiarato Alberta Ferretti, e questa frase racchiude in poche parole l’essenza di queste creazioni: romanticismo color pastello, delicato ed etereo. Quasi nostalgico.

Alberta Ferretti - AW2016

Alberta Ferretti – AW2016

Alberta Ferretti mescola seducenti e svolazzanti abiti in seta con pellicce geometriche, alterna morbido tweed a vestiti con inserti jacquard, abbinando tessuti dalle consistenze e dai volumi diversi, che seguono delicatamente le forme della donna senza mai fasciarle troppo. Ricami floreali sono infine protagonisti per quello che riguarda i dettagli degli abiti.

Alberta Ferretti - AW2016

Alberta Ferretti – AW2016

La storia del Marchio Alberta Ferretti

Alberta Ferretti, nata nel 1950, si conferma una delle più grandi stiliste italiane: nata e cresciuta nel mondo della moda, sin da piccola passava il suo tempo nella grande sartoria della madre, dove ha potuto conoscere ed alimentare il suo personale gusto estetico, la passione per i tessuti e la lavorazione delle materie prime.
A 18 anni apre la sua prima boutique a Cattolica, e questo primo approccio al settore le permette di conoscere nel profondo, ed in maniera diretta, i trend dei consumi e le esigenze del mondo femminile.

Nel 1980, insieme al fratello Massimo, fonda la Aeffe, e l’anno successivo per la prima volta sfilano in passerella a Milano le sue creazioni: nel giro di 4 anni, il marchio si espande velocemente e viene fondata una linea più giovane, Philosophy di Alberta Ferretti.
Nel frattempo, la designer ed imprenditrice inizia a produrre anche le collezioni di marchi quali Moschino, Rodriguez, Gaultier e la sua estetica sofisticata e femminile si delinea in parallelo all’antica passione per tessuti ricercati e ricami fatti a mano.

Nel 1996 la maison apre il suo primo showroom a New York, Manhattan, e solo due anni dopo, nel 1998 Alberta viene nominata Cavaliere della Repubblica da Oscar Luigi Scalfaro.
Il successo del marchio si è consolidato e fortificato in tutto il mondo, ed oggi Alberta Ferretti è un brand apprezzatissimo da attrici hollywoodiane, modelle ed it-girls del momento, che fa del made in italy una bandiera preziosa da sventolare.

Puoi trovare questo articolo anche nell’Edicola di CittaWeb