Insieme ai grandi colossi della moda, la Parigi Fashion Week ha ospitato anche la Saint Laurent FW 2018-2019.

E come da sempre il marchio ci insegna, è ancora una volta l’arte la vera protagonista della collezione. Presentata la collezione per i prossimi autunno-inverno 2018-2019 en plen air di fronte al simbolo della capitale francese. La Tour Eiffel si è illuminata con la ricca installazione di luci che ha reso l’area circostante un teatro all’aperto.

La collezione Saint Laurent FW 2018-2019

Il corto diventa must negli abiti che donano alle gambe scoperte l’eleganza e lo stile iconico. Materiali preziosi ed eleganti come chiffon, pelle, tante piume, broccato e duchesse. I miniabiti monospalla sono realizzati in broccato, le giacche tuxedo in pelle, e ancora miniabiti balloon in duchesse. Numerose le poet blouses in chiffon fluttuante e decorate con volants per addolcire i look più aggressivi. Pantaloni e jeans sono in pelle, mentre le camicie presentano trasparenze e blazer spalle rinforzate.

Una menzione speciale va sicuramente agli accessori. Gli stivali arrivano fino alla caviglia con la classica platform; cuissardes in pelliccia con il tacco a stiletto; sandali con cinturini alla caviglia con il tacco a spillo. Le it-bag marchiate YSL hanno le catene dorate. Spiccano i turbanti in velluto e gioielli con varie geometrie ispirati da tocchi esotici.

Sui colori domina il contrasto nero e bianco. Un contrasto che perde la sua importanza nella creazione di abiti con proporzioni e lunghezze ridotte al minimo.

A Parigi ha sfilato anche la collezione maschile con venti look arricchiti da ricami, glitter e passamanerie.

Il Direttore e il Fondatore

Il direttore artistico, Anthony Vaccarello, ha mantenuto gli elementi iconici che caratterizzano da sempre il brand francese. La collezione ha uno spiccato stile in chiave sexy. Difatti il giovane direttore italo-belga ha deciso di togliere le mezze misure e mettere le gambe in primo piano. Senza togliere quel binomio donna-arte a cui lo stilista francese ha dedicato il suo talento. Sì, perché Yves Saint Laurent verrà sempre ricordato come il couturier che ha reso il modo di vestire della donna un’opera d’arte. Classe 1936, nato nell’Algeria francese, a soli 18 anni vince il concorso Segretariato Internazionale della Lana. E da lì una strada in rapida ascesa che lo portò a disegnare gli abiti Dior. Nell’azienda di lusso Yves Saint Laurent cambiò la moda francese con la linea ‘Trapezio’.

Saint Laurent FW 2018-2019

Lo stilista Anthony Vaccarello ha mantenuto l’idea del suo fondatore di creare look unici per una donna moderna che indossa l’abito YSL e appare immediatamente un’opera d’arte.