Si è conclusa da poco la Milano Fashion Week che ha visto sfilare in passerella il meglio della moda Made in Italy. Tra gli eventi più prestigiosi ricordiamo Mad Mood, progetto nato dall’idea di Marianna Miceli, ormai arrivato alla sua quarta edizione. E quest’anno anche la alabria è stata protagonista delle passerelle milanesi grazie ad Art Fabrique e alla sua collettiva di designer #anotherfashion. La proposta è stata curata da Stefania Sammarro: “Siamo orgogliosi di essere presenti a Milano Fashion Week e di portare un po’ di Calabria nell’evento di Mad Mood, uno degli appuntamenti più importanti, legato alle Fashion Week europee”.

Art Fabrique continua così la sua corsa verso il cambiamento e l’innovazione, portando avanti una visione della comunicazione che lega arte, moda, fotografia e performance. Art Fabrique nasce in seno alla galleria d’arte Ania Lilith e vede un manipolo di maestranze tra artisti ed addetti ai lavori, uniti sotto l’egida del cambiamento per mutare il pensiero e la cultura della moda e dell’arte in Calabria ed esportare questo pensiero innovativo anche al di fuori del territorio calabrese.

Sono felice di usare il plurale quando parlo di Art Fabrique, perché tante sono state le collaborazioni e le partnership di questo anno: fotografi, artisti, illustratori, stilisti, makeup – artist, tutti con una loro visione. Il vento del cambiamento è prossimo e siamo felici di aver dato vita a qualcosa che è motivo di ispirazione anche per gli altri”.

"<yoastmark

Mad Mood è stato ospitato nei giorni 22-23-24 settembre 2018 all’interno di Palazzo Turati, edificio di puro gusto neorinascimentale il cui cortile è servito da palcoscenico per oltre 44 sfilate di designer nazionali e internazionali. La suggestiva ed evocativa location ha fatto risaltare le collezioni spring-summer 2019 e catapultato il pubblico in un mondo surreale.

Tra i protagonisti di #anotherfashion Flavia Amato con “Malia” che ha presentato “L’estate Chic”, Vincenza Salvino che ha presentato la sua collezione dedicata all’artigianato “Tradizione del futuro”, ancora i gioielli d’arte dell’artista Valeria Cataudella con “Zona Stelle”. Non è finita qui però, degna di nota anche l’estrosità di Federica De Stefano o la collezione di Rita Intellicato “Shine”. Premiata dalla madrina d’eccezione Patrizia Pellegrino è stata la stilista Vincenza Salvino, riconosciuta come Best Fashion Designer Calabrese della kermesse.

Art Fabrique si è rivelato veramente un ponte tra la Calabria e l’elite nazionale, grazie al lavoro svolto in questi anni puntando soprattutto su una comunicazione nuova della fotografia. A Mad Mood ha stupito e incantato, anche, il giovane Designer avanguardista Dimitar Dradi, ospite già del primo evento di Art Fabrique in Calabria. Tante le sinergie create in un anno di attività tra i giovanissimi del territorio calabrese. I cataloghi di Art Fabrique #rise e #revolution saranno disponibili presso Ania Lilith Gallery e sfogliabili online sul nostro sito www.artfabrique.it.