milano_music_week

Milano Music Week 2017: una settimana a ritmo di musica

Conclusa con successo l’immancabile Fashion Week del mese scorso, Milano sveste gli abiti d’alta moda e cambia look, per prepararsi ad accogliere un nuovo evento imperdibile. Si tratta della Milano Music Week 2017 nella sua prima edizione, che avrà luogo nel capoluogo lombardo dal 20 al 26 novembre 2017.

Sostegno concreto alla musica italiana

La manifestazione, promossa e coordinata dal Comune di Milano insieme a SIAE, FIMI, Assomusica e NUOVOIMAIE, è tesa a potenziare e confermare la vocazione internazionale del tessuto artistico e produttivo milanese, al fine di dare concreto sostegno alla filiera musicale italiana ed alimentare nuove opportunità per tutti i settori dello spettacolo. Si configura come una settimana di iniziative diverse, di cui la musica è assoluta protagonista. Concerti, incontri, mostre e laboratori, a coinvolgere tutti gli operatori dell’universo musicale, dall’industria discografica ai locali, dai centri di formazione ad artisti, promoter ed autori.

Un appuntamento per professionisti e music lovers

Gli eventi della Milano Music Week 2017 sono pensati per il grande pubblico, ma negli stessi giorni si terrà anche la conference professionale Linecheck – Music Meeting and Festival, organizzata da Elita. Delegati di diverse nazioni saranno impegnati in lavori riguardanti l’universo musicale e i suoi sviluppi e indirizzati agli esperti del settore. Non manca un folto programma di eventi serali per un’audience più ampia di music lovers, tutto nel quartier generale di BASE, in via Tortona.

Tanti i nomi presentati nel programma di Linecheck: dalla band svedese dei Little Dragon, nell’unica data italiana, al cantautore statunitense Perfume Genius. Da Iosonouncane, in duetto con Paolo Angeli, agli electro-pop Yombe, passando per il techno artista francese Jacques. Ancora, il multistrumentista e compositore iraniano Ash Koosha, Thundercat e Freddie Gibbs.

Milano Music Week 2017 crowd

Niccolò Fabi, Caparezza, Jamiroquai e molti altri

Ad aderire alla prima edizione della Milano Music Week 2017 sono ben 50 tra associazioni, etichette e promoter, 60 gli artisti che hanno confermato la loro partecipazione e 41 le location dove si terranno gli eventi. Milano risponde ancora una volta con grande entusiasmo alle sollecitazioni del territorio e del pubblico, regalando un prodotto di qualità, destinato a crescere ogni anno di più.

A fare gli onori di casa, inaugurando il programma di appuntamenti della settimana, sarà Niccolò Fabi. Il cantautore italiano è protagonista di una puntata di VH1 Storytellers, format internazionale di Viacom International e VH1 ed evento principale della “opening night” al Teatro Dal Verme. Il cantautore romano celebra vent’anni di successi con la raccolta Diventi Inventi 1997-2017, uscita il 13 ottobre, e con un unico grande concerto al PalaLottomatica di Roma il 26 novembre. La serata inaugurale della Milano Music Week 2017 è un evento eccezionale, durante il quale Niccolò ripercorrerà in versione intima e acustica due decenni di grandi canzoni.

Tra gli artisti confermati per la settimana figurano anche Caparezza, Nek Renga Pezzali, PFM, Nesli, Mauro Pagani, Eugenio Finardi e Le Vibrazioni. Molti gli autori e cantanti italiani, ma non solo. Presenti ad esempio i Jamiroquai, gruppo musicale acid jazz e funk britannico, che presentano brani dell’ultimo album “Automaton, uscito lo scorso marzo. Le iscrizioni sono ancora aperte e l’offerta potrebbe rimpolparsi ulteriormente nelle prossime settimane, in un ricco calendario che va delineandosi di giorno in giorno.

Milano Music Week 2017 Fabi

Una Milano internazionale, solidale e giovane

Curatore artistico della Milano Music Week 2017 sarà Luca De Gennaro, Vice President Of Talent And Music di Viacom per Sud Europa, Medio Oriente e Africa. Nella presentazione ufficiale tenutasi a Palazzo Marino il 25 settembre, De Gennaro ha dichiarato: «Sarà una settimana dedicata alla musica come esperienza completa, intesa non solo come intrattenimento ma anche come creazione, racconto, lavoro. Una piattaforma per fare conoscere giovani artisti e nuove produzioni». Protagonista anche il Sindaco Giuseppe Sala, che dipinge la sua Milano del futuro come “sempre più internazionale, solidale e giovane“. Aggiunge: “la musica è il minimo comune denominatore di tutto questo, e io diffido di chi non la ama”.

Milano è la città che più di ogni altra riesce a plasmarsi e adattarsi alle esigenze culturali, sociali ed artistiche dei suoi abitanti e di chi accorre a farle visita. Durante tutto l’anno, ospita eventi tematici dedicati a diverse forme di arte e cultura, dal design alla fotografia, dalla moda alla letteratura. Nel prossimo mese vuole essere una vera Music City e sfodera le sue carte migliori per riuscire nell’impresa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •