giordania_wadi-rum

Giordania, un’oasi di pace nel Medio Oriente

E quest’anno dove te ne vai a festeggiare compleanno e Natale?

Ecco la domanda che ogni anno, dal 20 dicembre in poi, arriva puntuale da amici e parenti curiosi di sapere quale sarà la meta prescelta per il mio tradizionale viaggio invernale.

Quest’anno, per i miei 25 anni mi sono regalata la Giordania“, rispondo felice.

Qualche sorriso si smorza, qualche occhio si spalanca e qualche smorfia strana si disegna sui loro volti stupiti. E via con la prima raffica di domande:

Giordania, ma sei sicura?“, “Vai da sola?“, “Non hai paura?“, “Perché proprio lì?“.

vado da sola, anzi ancora meglio, da sola ma in compagnia di splendidi sconosciuti. , sono sicura e NO, non ho paura – e non ho ne avuta neanche lì. Sul perché proprio lì ora ve lo racconto…

Il deserto giordano

Il deserto giordano

Giordania, nel cuore della Mezzaluna fertile

Nel turbolento Medio Oriente tra Siria, Iraq, Israele e Arabia Saudita, si trova la Giordania, Paese incantevole bagnato da due mari unici – mar Rosso e mar Morto – e attraversato dal fiume Giordano. Vi ricordate a scuola quando si studiava la Mezzaluna fertile, la regione che è stata la culla di tutte le civiltà? Ecco sono andata proprio lì, nel cuore di quelle terre tanto importanti per la storia dell’umanità e più precisamente in Giordania, sulle rive del Giordano, si svilupparono le prime forme di società. Da troppo tempo ero curiosa di sentire che aria si respira in quelle terre così ricche si storia e cultura ma anche di fascino e mistero.
Qui, migliaia di anni fa, comparvero le prime forme di organizzazione della civiltà e avvennero le più importanti rivoluzioni dall’agricoltura alla scritturainvenzioni non di poco conto. Questa la pesante eredità che gli antichi hanno lasciato in questi luoghi spettacolari ancora intrisi di tradizione e antichità.

Beduino nel deserto

Beduino nel deserto

Giordania: il territorio

La Giordania è in gran parte costituita da deserti e ampi altopiani. É possibile dividere il suo territorio in tre zone principali: la Valle del Giordano, l’altopiano della Transgiordania e il deserto del Wadi Rum.
L’altopiano della Transgiordania corrisponde alla zona, dove sono situati i principali centri urbani, Amman, Zarqāʾ, Irbid, e Karak, ed è il luogo di maggior interesse turistico vista la presenza dei più importanti siti archeologici come Jerash, Karak, Madaba e Petra, una delle sette meraviglie del mondo moderno. La regione desertica occupa circa i due terzi del Paese, in questa zona, si trovano le cime più alte della Giordania, il monte Jebel Umm al-Dami, di circa 1830 m. e il Jebel Rum, alto 1754 m. Per non farsi mancare nulla – come vi dicevo -in Giordania c’è anche il mare. Imperdibile un bagno “galleggiante” nelle salatissime e benefiche acquee del Mar morto, che delimita il confine con Israele e Cisgiordania.

Le spiagge del Mar Morto

Le spiagge del Mar Morto

Giordania Trek

Racconti biblici, città scomparse, Lawrence d’Arabia fino a Indiana Jones: la Giordania offre un’ampia varietà di storie tra il romantico e l’avventuroso. Ovviamente anche la location si presta…
Il deserto del Wadi Rum, dal 2011 Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO, è una delle perle della Giordania. Un viaggio in questo Paese non può concludersi senza un soggiorno nelle tende dei beduini per bere tè, cenare e guardare insieme un cielo stellato tanto bello da mettere i brividi.

Esultanza al termine di una scalata!

Esultanza al termine di una scalata!

La Giordania è perfetta per gli amanti dell’escursionismo, del trekking e dell’arrampicata. I paesaggi del Wadi Rum, la Valle della Luna ma anche Petra sono perfetti per eccezionali camminate che vi regaleranno panorami sconfinati davvero bellissimi e suggestivi. Scoprirete le dune del deserto giordano, le montagne, le colline d’arenaria rossa, crepacci, crinali scoscesi e rocce di mille forme e colori. Come potete ben immaginare, le albe e i tramonti sono mozzafiato. Il sole accende le rocce di un rosso brillante, mentre sorge o affonda lentamente dietro le montagne del Wadi. Davvero imperdibile!

Tramonto nel deserto

Tramonto nel deserto

Petra, una vera meraviglia

La Giordania è la sede di uno dei più spettacolari siti archeologici del Medio Oriente: Petra, situata nel Wadi Musa, la Valle di Mosè. L’antica città dei Nabatei è uno dei luoghi storici più suggestivi e ricchi di atmosfera – non per niente è una delle sette meraviglie.
Le immense facciate intagliate nella roccia, per la maggior parte templi e sepolcri, ne fanno un sito unico, che è stato dichiarato nel 1985 Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e nel 2007 è diventato una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Panoramica sulla città di Petra

Panoramica sulla città di Petra

Attraverso il Sîq, un canyon lungo circa 1,5 km e profondo 200 metri, si arriva alla facciata monumentale più famosa, chiamata El Khasneh o Il Tesoro, larga circa 28 m e alta 39,6 m. Le antiche cavità, scavate nell’arenaria – roccia caratterizzata da spettacolari variazioni cromatiche dal giallo al rosso- hanno ospitato famiglie beduine fino ad anni recenti.

Sentiero tra le coloratissime rocce di arenaria

Sentiero tra le coloratissime rocce di arenaria

Da non perdere l’incredibile percorso a piedi che vi porterà dal Tesoro, all’Altura del Sacrificio e al Monastero fino allo spettacolare punto panoramico sulla valle.

Il Tesoro di Petra

Il Tesoro di Petra

Amman: la capitale piena di vita

Amman è una capitale frizzante e piena di vita. Nella parte ovest della città sorgono i quartieri residenziali immersi nel verde, pieni di caffè, bar, centri commerciali moderni e gallerie d’arte. A est di Amman si trova la parte più conservatrice, dove si avverte più forte il legame con la tradizione islamica. Nel cuore della città si respira il fermento della vita quotidiana dei giordani, particolarmente vivace nella passeggiata serale tra la moschea, il suq e i caffè.

Il centro di Amman

Il centro di Amman

Amman si estende ai piedi della solenne Cittadella, area collinare che conserva resti romani, bizantini e islamici. Anche in città si possono ammirare spettacolari rovine romane come l’imponente anfiteatro, costruito nel II secolo d.C. Le vie della capitale sono piene di ristoranti tipici, che offrono specialità della regione come shish kebab, hummus, felafel e dolci tipici.
La nostra scelta? L’Hashem Restaurant, nel cuore di Amman, ottima cucina a base di pane, hummus, felafel con ingredienti freschi e prezzi molto bassi.

L'anfiteatro romano di Amman

L’anfiteatro romano di Amman

Giordania, un’oasi di pace

Nonostante il Medio Oriente sia considerato poco sicuro – mi piacerebbe capire quale posto possa definirsi tale al giorno d’oggi – la Giordania è tranquilla. La popolazione è davvero accogliente e ospitale, riservata, poco invadente e per nulla chiassosa. Ogni due per tre, vi troverete a sorseggiare tè in compagnia dei cordiali abitanti locali.

Le dune rosse del deserto giordano

Le dune rosse del deserto giordano

Il clima, l’atmosfera e i paesaggi di questo Paese sono perfetti per staccare la spina e per concedersi una pausa in serenità lontano dal caos e dai ritmi cittadini. Per me la Giordania significa silenzio, pace e libertà, una vera e propria boccata d’aria fresca in un’oasi meravigliosa e rilassante. Insomma, una valle incantata, o meglio, una Wadi incantata.

Vista sui monti giordani

Vista sui monti giordani

A mio parere – come anche suggerito nell’articolo TATs sulle mete 2017 – la Giordania è un Paese assolutamente da visitare! Concludo ringraziando i miei meravigliosi compagni di viaggio per aver reso il soggiorno ancora più speciale e divertente 😉

Puoi trovare questo pezzo anche Edicola di CittàWeb!!

Related Post

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •