Da amante dell’Italia e di tutte le sue bellezze, è da qualche anno che ho deciso di dedicare almeno una settimana delle mie vacanze alla scoperta dei sui luoghi più belli. L’anno scorso la mia scelta è ricaduta sulla Sicilia, terra meravigliosa che avevo già visitato in precedenza. Stanca dei soliti itinerari e temendo le spiagge affollate dai turisti come solo temo il ritorno del camouflage, ho incaricato la mia cara amica Nina, palermitana doc, di farmi da guida chiedendole di portarmi nei posti più belli della Sicilia settentrionale.

Attenzione: le foto presenti nel testo potrebbero farvi venire un’imminente e irrefrenabile voglia di partire!

Sicilia settentrionale #1: CAPO D’ORLANDO

Il primo posto che ho avuto il piacere di visitare è stato Capo D’Orlando. Qui il mare è cristallino e nonostante sia una delle mete più gettonate sia dai turisti che dai locali, è possibile godersi una giornata al mare in totale relax. Infatti, la spiaggia molto lunga offre la possibilità di ritagliarsi uno spazio proprio senza essere circondati dalla folla e allo stesso tempo di usufruire dei servizi dei vari stabilimenti come ad esempio una bella birra ghiacciata a metà pomeriggio. Top.

Sulla strada per Capo D’Orlando non si può non sostare a Sant’Agata di Militello per una merenda con i fiocchi. Qui infatti c’è la famosa Pasticceria Campidoglio, un angolo di paradiso in terra. Sarà per le brioche morbidissime o per la granita, ma questa pasticceria è una tappa obbligata e sono certa non ve ne pentirete. O almeno finchè non salirete sulla bilancia.

Sicilia settentrionale #2: PALERMO

Sarà scontato lo so, ma non potete dire di aver visto la Sicilia se non avete almeno una volta passeggiato per Palermo. Capitale della Cultura 2018, Palermo è senza dubbio una delle città più belle d’Italia. L’architettura dei suoi edifici più vecchi coesiste con gli edifici più recenti e in ogni via c’è uno scorcio da fotografare. Io ho avuto la fortuna di visitarla diverse volte ma ogni volta che ci torno trovo un locale, un ristorantino o semplicemente un mercato nuovo che mi fa innamorare.

Un consiglio: se doveste capitare in città nel periodo in cui aprono la cattedrale di sera cogliete l’occasione e andate, la vista dai tetti dell’edificio su Palermo merita davvero!

Sicilia settentrionale #3: BAIA DEI FRANCESI

Nei dintorni di Palermo ci sono tantissimi paesini e altrettante spiagge che è bene conoscere come ad esempio la Baia dei Francesi. Nata come spiaggia per nudisti, la Baia dei Francesi è una piccolissima spiaggia conosciuta per lo più dai locali che vale la pena vedere almeno una volta.

Si raggiunge in macchina e, per concludere al meglio la giornata, vi consiglio di andare a mangiare la pizza nella pizzeria La Punta a Porticello, che dista pochi minuti dalla Baia.

sicilia settentrionale

Sicilia settentrionale #4: CEFALÙ

Personalmente, mi ricorderò per sempre Cefalù come il luogo in cui ho perso la dignità davanti ad una brioche con 4 gusti di gelato tra cui cassata e zabaione. Brioche a parte però, Cefalù è una cittadina non distante da Palermo raggiungibile comodamente in treno con delle spiagge molto belle. Qui potrete trascorrere la giornata al mare e scegliere poi di pranzare in uno dei lidi o in un ristoranti all’interno del centro storico che ritrova a due passi dal lungo mare.

sicilia settentrionale

Sicilia settentrionale #5: SEGESTA

Non tutti sanno che non occorre andare ad Agrigento per vedere dal vivo un antico tempio greco come quelli che si vedono nei testi di storia. Risalente al 430 a.C il Tempio di Segesta si erge solitario tra le colline in una zona dell’entroterra dai colori caldi e mediterranei. Si trova sulla strada da fare per andare a Trapani da Palermo e, anche se si allunga un pochino il viaggio, per una bellezza tale non è un grande sacrificio.

sicilia settentrionale

Sicilia settentrionale #6: TRAPANI

Altra tappa obbligata di un viaggio nella Sicilia settentrionale, Trapani è una bellissima cittadina sul mare con un suggestivo centro storico. Inoltre, è proprio da Trapani che si possono raggiungere le isole tra cui Favignana. A Trapani vi consiglio di fare una passeggiata panoramica sul mare e di fare un po’ di shopping nelle boutique del centro. Per quanto riguarda il pranzo o la cena, vi consiglio di addentrarvi nelle viuzze e scegliere uno dei tanti ristoranti poco turistici che ci sono. 

sicilia settentrionale

Sicilia settentrionale #7: ERICE

Citata anche nell’Eneide di Virgilio, Erice è il fiore all’occhiello della provincia trapanese. Costruita interamente in pietra, questo piccolo villaggio arroccato sul Monte San Giuliano è molto suggestivo. Arrivate ad Erice a stomaco vuoto (sempre che vi sia possibile averlo in Sicilia) in modo da fare una scorpacciata di “genovesi”, il dolce tipico del luogo fatto di pasta frolla e ripieno di crema pasticciera. Fidatevi, sono buonissime: varrebbe la pena visitare Erice solo per per mangiare una genovese.

sicilia settentrionale

Anche se queste sono solo alcune delle delizie (paesaggistiche e culinarie) che vi aspettano, un’idea generale adesso l’avete quindi non vi resta che preparare la valigia e prenotare l’aereo destinazione Sicilia. Se volete qualche consiglio in più, leggete anche “Benvenuti in Sicilia, l’isola del tesoro” e se siete fan del commissario più famoso “La Sicilia nei luoghi di Montalbano“.