C’è poco da dire, sembra di no, ma quasi inevitabilmente – e per fortuna, aggiungerei – un viaggio ti cambia.

Ti è mai successo di tornare a casa dopo un viaggio abbastanza lungo e sentirti diverso? Tornare alla tua quotidianità ma non essere esattamente la stessa persona di prima? Ecco, a me è successo diverse volte. La prima non ci ho fatto molto caso, anche perché il cambiamento era una cosa minima da non destare sospetti. Col tempo e dopo viaggi più lunghi e più intensi, questo sentimento si è insinuato sempre più prepotentemente, tanto da farmi risultare davvero faticosa la normale routine “di casa” a cui ero così abituata prima di partire.

Parti in un modo e torni in un altro. Strano, eh?

come un viaggio ti cambia

Ma di cosa sto parlando esattamente? In ogni viaggio che facciamo entriamo in contatto con diversi luoghi e ambienti: dall’aeroporto, all’alloggio fino alle persone. L’interazione con tutti questi elementi e gli eventuali problemi che possono sorgere, fanno attivare delle capacità che normalmente non utilizziamo. Che si fallisca o si vinca, un viaggio ti cambia in ogni caso. Come?

Ecco 3 lezioni che ho imparato viaggiando!

COME UN VIAGGIO TI CAMBIA: #1 CONOSCI TE STESSO

Il problem solving, l’organizzazione varia tra biglietti, mezzi, valute e incontri, ci fanno crescere come individui, mettendoci alla prova. È molto gratificante riuscire a cavarsela da soli nelle più disparate situazioni, ma anche nelle normali attività vacanziere, come il check-in o la localizzazione di un punto di interesse.

Passare del tempo da soli, poi, è fantastico per capire molte cose di sè. Anche se viaggi in compagnia, l’interazione continua con gli altri, ti fa riflettere sui tuoi limiti e come migliorare alcuni aspetti relazionali o caratteriali. La cosa più importante è prestare attenzione. Essere rispettosi, innanzitutto verso il nuovo ambiente, ma anche verso te stesso, gli altri e le loro esigenze, senza cercare di sopraffare le volontà altrui né sottometterti. Può risultare così banale da dire tanto da essere in realtà molto difficile da fare! Se ci riesci, con un po’ di pratica, significa che stai crescendo  – eh sì, anche gli adulti continuano a crescere! – e migliorandoti, hai aggiunto un tassello in più, finendo per conoscerti meglio come persona.

come un viaggio ti cambia

COME UN VIAGGIO TI CAMBIA: #2 NUOVI SCAMBI

La cosa più bella del viaggiare, per me, è conoscere persone nuove. Che siano locali o altri vacanzieri, lo scambio di opinioni e interessi è impareggiabile. Entrare in contatto con nuove culture e abitudini, inevitabilmente apre la mente e a volte fa rivalutare alcuni punti di vista. È bellissimo provare anche nuovi cibi, danze, sport, musiche, tradizioni. Ti porterai sempre a casa un ricordo unico di un’esperienza vissuta in prima persona con uno sconosciuto, che ora puoi chiamare amico.

COME UN VIAGGIO TI CAMBIA: #3 TI DA LA LIBERTÀ

Ciò che più riassume il modo in cui un viaggio ti cambia è la sensazione di libertà che si prova. Trovandosi lontano da casa ci si sente più liberi di fare ciò che si vuole. Salta la solita quotidianità per lasciare spazio alla spontaneità e all’avventura. Mettersi in gioco in un luogo nuovo, con la voglia di esplorare, conoscere e ricaricarsi è una forza della natura, è la libertà del viaggiatore.

Prendere il coraggio di affrontare un viaggio, che sia a due ore da casa o dall’altra parte del mondo, regala una ventata di autostima e positività. La voglia di adattarsi al nuovo e di superare ogni ostacolo, sono motivo di orgoglio personale. Viaggiare dà la forza per andare avanti nella vita, regala una meritata pausa che può trasformarsi in un’importante lezione. Di solito, in ogni viaggio si va alla ricerca di qualcosa, che sia un benessere psichico-fisico o un’esperienza nuova. Ascoltare i propri bisogni e trovare la risposta in un viaggio, è una potente forma di amore verso se stessi. E amare vuol dire libertà.