Eccoci di nuovo pronti per raccontarvi di altre zone di Milano in cui potrete girovagare nella settimana del Fuorisalone 2018. Ora entriamo nel cuore di: Triennale, Fabbrica del Vapore ed Hangar Biccocca.

Triennale di Milano 

Si parla di Fuorisalone e subito il pensiero si collega alla Triennale di Milano con la sua capacità attrattiva. Iniziamo proprio dalla Triennale Design Museum con una selezione di 180 opere. La mostra 11 Storie introduce la problematica di quali debbano essere i pezzi imprescindibili esposti in un Museo del design e di cosa possa essere considerato una icona e, ancora, se questo termine sia realmente efficace quando applicato al contesto del design stesso. (Via Alemagna, 6)

Sempre qui ecco la prima esposizione del designer cinese Cong Ma,  Floral Window, con il suo gruppo di lavoro Hundredicrafts. Focus della sua ricerca è il giardino, luogo importante considerato la proiezione verso l’esterno dello spirito creativo dei letterati orientali. Il suo lavoro nasce dall’ integrazione delle eccellenti tecniche tradizionali cinesi, quali intagli, lavorazione di oro e argento, del legno, della ceramica, della porcellana, con il design contemporaneo.

I giovani designer internazionali di Creative Academy hanno prodotto una serie di animali reali e immaginari, ispirati alle loro culture, conservati come preziosi tesori in una grande Arca dalla silhouette delicata, la Ark&Craft. Gli studenti si sono ispirati all’Arca di Noè, al diluvio universale e alla conseguente rinascita alla vita. Una narrazione che è presente in forme molto simili in tutte le culture e che quindi appartiene all’ umanità intera.

La Dolce Vita 3.0 Sbarca a Milano! Con la sua installazione Azimut Yachts racconta la magica avventura dell’andare per mare attraverso un’esperienza multisensoriale. Gioia di vivere, brividi e batticuori, sogni che diventano realtà. E’ questa l’essenza della Dolce Vita 3.0 che, attingendo al capolavoro di Fellini, reinterpreta in chiave contemporanea uno stile di vita che sposa la capacità di godere intensamente di ogni istante con il gusto per le cose belle.

Fabbrica del Vapore

Nei pressi del Cimitero Monumentale di Milano sorge l’ormai nota Fabbrica del Vapore. Ogni anno durante il Fuorisalone diventa un punto di riferimento. Vediamo quest’anno cosa ci propone. (Via Giulio Cesare Procacci, 4)

Ecobirdy è un nuovo brand che crea arredamento di design ecologico per bambini. La prima collezione, in esposizione, è prodotta al 100% da plastica riciclata da rifiuti provenienti dall’ Europa ed è anche nuovamente riciclabile. Un look terrazzo realizzato attraverso piccoli pezzi colorati di giocatoli di plastica riciclata dona un tocco originale alla collezione e rende ogni prodotto un pezzo unico.

Un altro evento legato ai bambini è The Golden Age. Un intenso programma porterà in evidenza un messaggio di sostenibilità, qualità, sicurezza, innovazione e creatività legati all’ alimentazione, attraverso laboratori didattici rivolti alle scuole elementari.

Ad accompagnare il progetto un altro importante passo. Saranno organizzate 5 cene, coordinate dagli Chef Franco Aliberti e Chef Gianni Tarabini con la loro brigata de La Fiorida. Si avranno come protagonisti gli Chef Enrico Derflingher, Claudio Sadler e Tommaso Arrigoni. Praticamente un evento per ogni sera.

Nei dintorni della Fabbrica del Vapore

In occasione della sua prima partecipazione alla Milano Design Week, Etel presenta Essenza. Un’ installazione immersiva, progettata dallo studio Superluna, dove esplorare la vasta collezione di pregiati legni tropicali della preziosa Xiloteca, scoprire le complesse tecniche di lavorazione tradizionale, fino a toccare con mano i ricercati arredi della collezione Etel disegnati da progettisti moderni e contemporanei. (Via Maroncelli, 13)

Garibaldi Connection propone una passeggiata ideale nel design raccontato come un ecosistema di autori che si relazionano tra di loro condividendone la filosofia. L’allestimento in un gioco di interazione tra natura e pittura, porta il bosco all’ interno dello spazio espositivo, sviluppando un mondo nuovo per i designer che lo abitano. (Via Pietro Giannone, 3bis)

 

Hangar Bicocca

Confinante con la periferia a nord di Milano si trova l’Hanger Bicocca con i suoi eventi.

Qui troviamo The Dream Machine Is Asleep, la mostra personale di Eva Kot’átková.  E’ un progetto inedito dove opere esistenti sono affiancate a nuove produzioni, tra installazioni, sculture, oggetti fuori scala, collage e momenti performativi. Al centro della mostra è l’omonima installazione, un gigantesco letto alla cui base è presente quello che l’artista definisce un ufficio per la creazione di sogni. (presso Pirelli Hangar Bicocca in Via Chiese, 2)

I Sette Palazzi Celesti 2004-2015, l’allestimento è un ampliamento dell’ opera permanente concepita e presentata per Pirelli HangarBicocca nel 2004. Cinque opere pittoriche di grandi dimensioni formano insieme alle sette torri, un’unica installazione. Le cinque grandi tele sono esposte nello spazio delle Navate che accoglie l’installazione permanente, conferendo un nuovo significato al capolavoro di Anselm Kiefer.

Nei dintorni dell’ Hangar Bicocca

Feed The Best! Nutri il mostro, nutri il tuo ego, il tuo desiderio, le tue gioie, le tue follie, i tuoi sogni, e poi lasciali esplodere. L’evento vuole celebrare il MOSTRO, inteso come l’aspetto più recondito del creativo! Una volta incoraggiato si esprime attraverso le forme della creatività più nobili. Arte, Musica, Poesia. Queste sono le tappe attraverso cui verrà alimentato il Mostro. Giovedì 19 aprile, alle ore 19, si terrà il vernissage della mostra dell’artista emergente Massimiliano Precisi e, a seguire, due eventi esclusivi. Lo Sleepconcert, performance musicale che si protrarrà fino all’ alba e che permetterà agli ospiti di trascorrere una notte inusuale tra le note musicali e le opere in mostra. Le déjeuner sur l’Herbe, momento di raccoglimento dedicato all’ approfondimento della poetica dell’artista, durante il quale i visitatori potranno fare colazione con Massimiliano Precisi e porgergli direttamente le loro domande, in un momento intimo dedicato allo scambio e al dialogo con il giovane artista. (presso Artbahnhof – Via Gerolamo Rovetta, 18)

 

Come ogni anno lasciamoci trasportare dalle atmosfere che si respirano per le vie di Milano, scopriremo sicuramente qualche luogo inaspettato. Insomma sarà sempre il Fuorisalone ma sarà sempre tutto da scoprire!