Fino a qualche anno fa Isola era uno di quei quartieri da tenere d’occhio. Un luogo che non era ancora granché ma che già lasciava intravedere le proprie potenzialità. Luogo che adesso si è affermato come uno tra i più vivi e interessanti della città.

In Isola ci sono le eccellenze architettoniche di piazza Gae Aulenti, del Bosco Verticale e della Torre Unicredit. Ad affiancare questi emblemi di modernità, tutto un sistema di cortili e spazi nascosti che serbano intatto il fascino della vecchia Milano. E da quest’anno, in Isola ci sarà anche il Fuori Salone.

isola design district

Isola Design District è il nome della new entry del Fuori Salone 2017 e questi gli eventi al suo interno da non lasciarsi fuggire.

  1. Scesi dalla metro, incamminiamoci lungo via Pastrengo, fino al civico 12, per giungere in Olanda. Saranno giovani designer provenienti dai Paesi Bassi, infatti, ad animare lo Spazio O’. L’ex residenza d’artisti divenuta oggi associazione no profit dedita a mostre e eventi, ospiterà Dutch Invertuals con il progetto Harvest. Progetto che mostra le vorticose transizioni del nostro mondo in cambiamento, attraverso opere presentate in scenari futuristici.
  2. Avanziamo adesso sulla stessa via Pastrengo, giusto un civico più in là, al 14, dove si trova lo studio fotografico di Gianni Rizzotti. Meraviglioso loft di 400m che ospiterà al suo interno le opere di più di 30 designer provenienti da tutto il globo. Tra le più innovative, il grande robot di Caracol Design Studio che produrrà oggetti in 3D per tutta la settimana.      
    isola design district
  3. Procediamo ancora, fino ad arrivare in via Pepe 20. Qui c’è lo studio di Pietro Algranti aperto per l’occasione. Oltre ai suoi rinomati arredi nati da legni e metalli di recupero, in mostra anche eterogenee creazioni di artigiani locali.
  4. Svoltiamo ora in via Cola Montano e fermiamoci al 13 per entrare al Crud –  A place where. Un work concept pensato per coloro che nel mondo del lavoro non riescono a entrarci. Un luogo che cerca di mettere in contatto grandi aziende e giovani designer. E che, per il Fuori Salone, ospiterà l’iniziativa Social Label, ideata da Studio Boot e C-mon e che guarda al design come strumento di rivalsa.                                                                         isola design district
  5. Abbiamo camminato un po’ e il sole inizia a calare. È giunta l’ora di un buon aperitivo ristoratore. Allora andiamo al Frida, storico locale in via Antonio Pollaiuolo 3. Qui, sorseggiando uno spritz, potrete ammirare la mostra di Valia Barriello dal titolo Obstacles and Solutions. Una riflessione sulle difficoltà affrontante dai progettisti durante la realizzazione dei loro prodotti. Al quale daranno il loro contributo anche designer affermati come Paolo Ulian e Donata Paruccini.
  6. Bere fa venir fame, perciò spostiamoci da Capra e Cavoli in via Pastrengo 18. Qui, concludiamo il nostro tour con una buona cena genuina e con Tatuare gli spazi. Esposizione che svela il lato più frizzante del design, giocando con texture e materiali per dare nuova vita agli spazi.

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> SALONE DEL MOBILE 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> TORTONA DISTRICT 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> VENTURA PROJECT 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> SANT’AMBROGIO, STATALE E 5VIE 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> BRERA DESIGN DISTRICT 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER–> PORTA VENEZIA IN DESIGN 2017

LEGGI ANCHE LA NOSTRA GUIDA PER –> FABRICA DEL VAPORE, BICOCCA E TRIENNALE 2017