Le suggestioni stimolano l’olfatto con Atelier OÏ e approdano da Tonatto Profumi con Minoshi Garden.
Più precisamente è nata una nuova identità olfattiva con Minoshi Garden, su idea dei creativi Aurel Aebi, Armand Louis e Patrick Reymond, membri dell’atelier, che hanno dato vita ad una installazione presentata al Designers’ Saturday di Lagenthal in Svizzera. Insomma si riconferma l’idea che anche il design abbia un suo profumo distintivo e potenzia il concetto della multisensorialità delle espressioni artistiche.

 

Minoshi garden

 

Atelier OÏ per Maison Tonatto

Atelier OÏ è un gruppo di progettazione svizzero già ben noto per il suo spirito creativo plurisfaccettato. Sperimenta da sempre linguaggi comunicativi che vanno al di là dell’aspetto visivo e per molteplici brand, da Ikea a Bulgari, passando per Swatch.

La nuova collaborazione con Diletta Tonatto ha portato alla sperimentazione dell’elemento olfattivo per questo concept, in quanto incentrato sull’ arte della profumeria. Un nuovo modo per avvicinarsi al mondo dei profumi, paragonato a quello della moda e del design.
Ogni profumo nasconde una storia fatti di stimoli, sensazioni, simbologie e passano da strumento di bellezza per il corpo a veri elementi d’arredo per gli spazi.

 

Minoshi Garden di Atelier Oï

Il connubio tra design e profumeria prende vita con l’installazione Minoshi Garden di Atelier Oï e Diletta Tonatto. Qui la cultura giapponese gioca un ruolo fondamentale ruotando sulla cerimonia del thè. Il tutto all’ interno di un giardino profumato dallo spirito misterioso ed etereo e popolato da 1500 origami di carta a forma floreale.
Il percorso guida il visitatore a seguire la strada olfattiva di fiore in fiore attraversando le 4 stagioni. Il progetto vuole così abbattere le barriere che idealmente possono dividere le discipline sia artistiche sia ideali. E un tema, quello del fiore, già proposto con successo e di grande effetto, con il suo movimento scenografico di al di carta bianca tridimensionale con Honminoshi Garden.
Si riconferma così anche Diletta Tonatto protagonista della profumeria di design dopo l’esperienza al Triennale Design Museum che ora in compagnia di Atelier Oï attraversa i confini italiani.

 

 

Minoshi Garden