Poco tempo fa è stato inaugurato il nuovo headquarters Nuvola Lavazza. Un aspetto imponente e accattivante, che cattura lo sguardo e lo porta a scoprire oltre 30 mila metri quadrati di mura volte ad ospitare uffici, ristoranti, musei, aree eventi, sede dell’Istituto d’Arte Applicata e Design, e molto altro.

Nuvola Lavazza

 

La nascita di Nuvola Lavazza

Il progetto è iniziato nel 2012 con uno scopo ben preciso: creare uno spazio visivamente imponente e che trasmettesse già dalla vista sull’ esterno il senso di community del brand Lavazza. Il fulcro è quello di rafforzare l’unità aziendale, promuovendo anche spazi più vivibili e, perchè no, un ambiente di lavoro più piacevole, sia dentro sia fuori.
Il quartier generale, neonato dopo un percorso di oltre 6 anni, è stato già riconosciuto con la certificazione LEED® Platinum, il livello più alto in assoluto di ottimizzazione delle prestazioni energetico-ambientali degli edifici trasformando così l’ex centrale elettrica di via Bologna, abbandonata da tempo, nello stabile più ecosostenibile al mondo.

Con <<una strategia architettonica capace di generare decise variazioni e al contempo di tenere insieme le parti donando loro una riconoscibile “aria di famiglia” >> Nuvola Lavazza è diventata l’esempio di arte strutturale e di design raffinato.

Per celebrare la nuova casa Lavazza, ormai già conosciuta a livello internazionale grazie al suo stile unico e alle attività di comunicazione e di promozione, l’arredo non poteva che essere di altrettanto valore. Lavazza ha giocato in casa promuovendo il Made in Italy di Nolita, elementi firmati Pedrali.
L’azienda specializzata in soluzioni d’ arredo contemporaneo ha fornito a Nuvola Lavazza  sedute outdoors che rievocano le storiche sedie in metallo da giardino e ha abbinato tavolini altrettanto solidi e resistenti nella stessa finitura. Un luogo stimolante per lavorare ma allo stesso tempo piacevole da vivere circondati dalla natura all’interno di una grande città.