Non sono molte le donne nel mondo del design e dell’architettura ma quelle poche che emergono siamo orgogliose di vederle volteggiare una spanna al di sopra dei colleghi uomini. E’ il caso di  dire che Patricia Urquiola è icona del design 2017, in quanto ormai è regina indiscussa del design contemporaneo.

Designer e architetto, spagnola di origine, italiana d’adozione ma cosmopolita per necessità e anche per scelta, Patricia Urquiola è la designer più vulcanica e richiesta del momento.

patricia_urquiola_spazio_pontaccio

Da Munari al MoMa

Quella di Patricia Urquiola è la storia di una ragazza determinata e caparbia che grazie alle sue forze è riuscita a vantare collaborazioni di tutto rispetto con i più grandi architetti e designer europei. Professionalmente è in Italia che forma la sua figura professionale anche grazie a grandi maestri come Bruno Munari.

Dopo la laurea collabora con volti noti nell’ ambito del design tra cui Achille Castiglioni e Vico Magistretti, con i quali realizza i primi progetti. Queste figure chiave del design italiano hanno influenzato nettamente il suo modo di pensare, spingendola a coltivare il suo talento e la sua abilità.

Dalla collaborazione con il brand Moroso inizia a catturare l’attenzione del grande pubblico e da quel momento in poi si susseguono collaborazioni, che la portano ad occuparsi di moda, design, architettura e allestimenti.

E’ considerata oggi una punta di diamante nell’ ambito del design: ogni sua creazione diviene magica e acquisisce valore. Le sue creazioni  sono esposte nella mostra permanente del MoMA di New York e alla Triennale di Milano e i riconoscimenti vanno dalla Menzione d’Onore del XXII Compasso D’Oro ADI alla Croce dell’Ordine di Isabella la Cattolica per i suoi meriti nel campo dell’arte e del design da parte del Governo spagnolo. Ora Patricia Urquiola è icona del design 2017.

L’imprenditoria femminile

Durante le interviste rilasciate Patricia Urquiola ha più volte parlato del suo rapporto con la famiglia: la sua vita e la sua carriera sono state infatti influenzate dalla madre e dalle zie che l’hanno plasmata in ogni campo, soprattutto in quello estetico.  Gusto, stile, e attenzione per la bellezza degli oggetti sono sempre stati al centro della sua vita, fin da quando era piccola.

Tutti erano chiamati a esprimere la propria opinione, persino io e fin da piccola. […] C’è proprio il gusto del dialogo e dello scambio di idee e di pensieri. Un modo tutto femminile di capire e di confrontarsi

Oggi consiglia alle donne di rompete i pregiudizi, di non aver paura di sbagliare, di fare degli errori, di essere determinate e forti.

Ciò che conta è fare delle scelte, farle subito, farle senza troppo pensarci, mettendosi alla prova, assumendosi le proprie responsabilità.

Perchè Patricia Urquiola è icona del design 2017

Nello Studio Urquiola Patricia incorpora uno stile moderno con accenti femminili ed elementi insospettabili. Il suo è un lavoro di design a tutto tondo.

Dai mobili alle piastrelle, dalle luci ai tessuti e dai tappeti ai miscelatori bagno, lo stile distintivo del design di Patricia Urquiola combina un approccio minimalista con elementi floreali, creando design semplici e divertenti. Con stravaganza mescola stili, modelli e materiali per adattarsi al proprio gusto personale, stimolando curiosità ed emozione negli appassionati di design di tutto il mondo.

patricia urquiola design

Patricia Urquiola per Kettal

Si rinnova la collaborazione con il marchio spagnolo di arredamento outdoor Kettal, che ha portato prima alla nascita della seduta Roll, reinterpretazione ironica del concetto di imbottitura; Mesh, è un sofà da esterno in metallo lavorato evoca gli intrecci di vimini e Maia Rope è una sedia  in corda nautica. Ora il lavoro si è spostato sullo showroom da poco inaugurato a Barcellona. Qui si è studiato il locale sulla doppia altezza evidenziando gli elementi tradizionali locali, della città, della designer e di Kettal, come il soffitto a mattoncini unito al concept portante dell’azienda che vuole vivere la vita mediterranea all’aria aperta. Il risultato è un cortile gioioso di texture colorate in movimento.

patricia_urqiola_kettal

Spazio Pontaccio presenta Credenza

In occasione del Fuorisalone 2016, Spazio Pontaccio presenta Credenza, collezione frutto della collaborazione tra Patricia Urquiola e Federico Pepe, fondatore di Le Dictateur.

Credenza trae ispirazione dalle vetrate dei luoghi sacri, come quelle realizzate da Gerhard Richter per la cattedrale di Colonia, e dalla luce carica di valore simbolico che le attraversa.

Il dialogo tra sacralità e la reinterpretazione in forma di design è riscontrabile anche nel processo di realizzazione: Credenza è infatti prodotta in Italia da artigiani esperti nell’ antica tecnica manuale del vetro piombo, solitamente utilizzata  per  le architetture e le decorazioni di chiese.

L’hotel “Il Sereno Lago di Como”

L’hotel Il Sereno sul Lago di Como, progettato da Patricia Urquiola e Patrick Blanc, il famoso botanico paesaggista, è un luxury resort arroccato proprio sulle sponde del bacino lombardo. Il 5 stelle è stato inaugurato nell’agosto 2016 e ha subito riscosso un enorme successo.

L’acqua, le montagne e il verde rigoglioso che circonda l’hotel, hanno inevitabilmente influenzato la scelta dei materiali: legno e pietra moltrasina sono i protagonisti assoluti, insieme a rame e tessuti, di un progetto che rappresenta una vera e propria oasi di relax in grado di offrire ogni genere di comfort.

Gli accostamenti di materiali, i dettagli sofisticati e l’eleganza naturale dell’Urquiola  si percepiscono sin dall’esterno e trovano massima espressione nei raffinati interni.

patricia_urquiola_sereno_lago_como

Cassina 9.0

In occasione del Fuorisalone 2017, Cassina ha celebrato i suoi 90 anni presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli con un’installazione realizzata da Patricia Urquiola. Il titolo dell’allestimento è Cassina 9.0 in riferimento, come nel linguaggio informatico, al progresso e all’evoluzione, necessaria risorsa per reinterpretare e rinnovare l’azienda.

Ispirandosi ai temi trattati nella monografia This will be the Place, che verrà presentato da Cassina in questa occasione, l’allestimento esplora scenari e contesti dell’abitare futuro, sperimentando le forme e i linguaggi con cui ci rapporteremo a spazi ed oggetti.

Cassina, da sempre anticipatrice e pionieristica, afferma così la sua forte volontà di mettere in relazione il proprio passato e presente tramite una visione proiettata al futuro.

A capsule of Memorabilia

Per la Design Week 2017 Patricia Urquiola collabora con 3M. Basandosi sulla convinzione che dietro ogni ricordo, c’è una storia, e dietro ogni storia, c’è un ricordo che vale la pena conservare, l’installazione “A Capsule of Memorabilia” ha offerto a designer, creativi e opinion leader l’esperienza di un photo-booth unico in cui  scattare delle foto memorabili con amici e colleghi utilizzando le componenti di una macchina fotografica immersa nel liquido Novec.

L’installazione è stata ispirata dalla criticità di assicurare che i nostri ricordi continuino a vivere nel futuro per conservare il ricordo dei momenti speciali della nostra vita.

Le affascinanti qualità dei prodotti Novec hanno dato il via alla nostra collaborazione per raccontare una storia importante attraverso un’esperienza”, ha affermato Patricia Urquiola, fondatrice di Studio Urquiola. “La collaborazione con 3M Design è stata stimolante perché condividiamo valori simili e la visione che il design e l’architettura possano amplificare le qualità dei materiali magici, ed in questo caso conservare i nostri ricordi nel futuro.

Insomma, Patricia Urquiola è icona del design 2017 perchè sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per questo mestiere. La sua fantasia dirompente e il suo senso estetico la porteranno ancora più in alto. Da lei ci aspettiamo ancora tante novità.