L’autunno si sta avvicinando, fra poco il mare e la spiaggia saranno solo un ricordo, ma lasciano il posto ai tappeti di foglie di mille colori, agli ombrelli sempre bagnati e alle serate sotto le coperte con un libro in una mano e una tazza nell’altra. Se non sapete quale scegliere, questo è l’articolo che fa per voi. Ecco la lista dei più bei libri da leggere in autunno.

Per chi non ha paura della distopia

Il 10 settembre in anteprima mondiale è stato pubblicato I testamenti di Margaret Atwood. Seguito de Il racconto dell’ancella, romanzo distopico pubblicato negli anni ’90 che ha riscosso un notevole successo e ha portato alla fama la scrittrice canadese. Alcuni anni fa è stata tratta dal libro una serie tv, The Handmaid’s Tale. Il libro approfondisce il mondo della protagonista, ampliando i punti di vista e i personaggi

Per chi vuole farsi una risata

In libreria dal 19 settembre, il nuovo libro di Chiara Moscardelli Extravergine sembra proseguire il filo invisibile che unisce tutti i suoi romanzi. Con un’ ironia intelligente e mai scontata riflette su quello che la società si aspetta dalle donne. Non resta che chiederci se questa protagonista timida e con una famiglia molto eccentrica, attraverso mille peripezie e l’incontro con un uomo, riuscirà a ottenere quello che vuole. Il libro costituisce l’anticipazione della serie tv omonima presto su Fox Life. Consiglio anche tutti gli altri romanzi dell’autrice come Teresa Papavero e la maledizione di Strangolagalli (primo libro di una trilogia). E, soprattutto, quelli autobiografici Volevo essere una gatta morta e Volevo essere una vedova. Dove la scrittrice riflette attraverso gli avvenimenti della sua vita sul binomio tra aspettative della società e i nostri desideri più profondi.

Per i Gretini

A fine agosto risale la pubblicazione di un libro che spiega come Possiamo salvare il mondo, prima di cena. Tratta il tema dell’emergenza climatica alla quale nonostante l’evidenza, si fatica ancora a credere e invita ad agire al fine di una risoluzione. Jonathan Safran Foer realizza con questo libro un atto di convincimento al fare, raccontando storie e ricordi mescolati a dati scientifici.

Per i romantici

Cercami di André Aciman sarà disponibile dalla fine di ottobre. Il romanzo fa proseguire la storia di Elio e Oliver, che molti anni dopo si rincontrano. L’inizio della loro storia d’amore è narrato in Chiamami col tuo nome, dal quale Luca Guadagnino ha tratto un film omonimo.

Per gli amanti della famiglia

Le mezze verità di Elizabeth Jane Howard uscirà verso la metà di ottobre e dai pochi dettagli emersi sappiamo che racconterà una storia familiare caratterizzata da un sorprendente tono noir e tratti comici. L’autrice ha riscosso molto successo con la saga dei Cazalet.

Per chi cerca la musica tra le pagine

Assolutamente musica di Haruki Murakami . Lo scrittore giapponese di fama internazionale, prima di fare della scrittura il suo lavoro, gestiva un jazz club a Tokyo con la moglie. Questo libro tratta della musica, dell’ascolto, della memoria personale. È stato scritto a quattro mani con il grande direttore d’orchestra Ozawa Seiji.

Per chi è avido di emozioni

Anche se non è una nuova pubblicazione, voglio consigliarvi Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey di Mary Ann Shaffer e Annie Barrows, nipote dell’autrice che ha completato in libro per lei. Il romanzo parla di Juliet, giovane scrittrice di successo in cerca di spunti per il libro in una Londra depradata dalla speranza al termine della seconda guerra mondiale. L’altro protagonista è Dawsey che entra in possesso di un libro di Juliet con il suo indirizzo e le scrive. Inizia tra loro una fitta corrispondenza sui libri e su Guernsey, isola del canale. Il romanzo epistolare intreccia amicizia, amore, letteratura e la storia poco conosciuta delle isole del Canale. Lo scorso anno Netflix ne ha tratto un film omonimo.

Per chi ha il pollice verde

Pubblicato alcuni mesi fa, La nazione delle piante, come tutti i libri di Stefano Mancuso, fa riflettere profondamente. Non solo sulle piante, ma anche sull’uomo e sulla società dannosa che ha creato. Con aneddoti, racconti ed esperimenti che sorprendono, racconta in modo coinvolgente come possiamo imparare dal mondo delle piante. Mancuso stravolge la nostra opinione su tutto e mette in dubbio la superiorità degli uomini sulle piante.