A Milano ogni week è una week. Dopo la settimana del design, quella dell’arte e della moda, dal 4 al 10 giugno, arriva la Milano PhotoWeek. L’evento che, per 7 giorni, trasformerà la città in un album a cielo aperto.

 

In questa seconda edizione, gli eventi saranno ben 170. Non solo mostre ma incontri con grandi fotografi, biopic per scoprire le loro storie, spazi per i nuovi talenti, lectio magistralis e incontri. Le foto arriveranno da ogni ambito: reportage di guerra e servizi di moda, architettura e arte contemporanea, pellicola e photoshop.

Ma la Milano PhotoWeek non sarà una semplice occasione per ammirare belle foto.

L’obiettivo è, piuttosto, quello di analizzare il mondo attraverso la fotografia. I lavori dei professionisti dello scatto mirano a farci riflettere su come cambiano le città, su come lo spazio urbano si adegui all’esigenze umane. E, ancora, ci si chiederà quali sono gli stumenti utilizzati dai fotografi d’oggi, su quale sia il confine tra immagine commerciale e immaginario artistico.

Fulcro nevralgico dell’evento sarà Palazzo Reale. Qui saranno esposte ben 4 mostre, tutte a ingresso gratuito. Nel cortile, alla sera, cinema all’aperto e BookShop. E, nella Sala delle Cariatidi, una serie di incontri con i più brillanti fotografi e fotogiornalisti della scena contemporanea. Tutti riuniti per esplorare il modo in cui la fotografia è in grado di raccontare e analizzare la realtà. Infine saranno mostrati in anteprima i 12 video vincitori del World Press Photo Digital Storytelling Contest.

E siccome i grandi sono diventati tali perché hanno avuto buoni maestri, la Milano PhotoWeek dedicherà ampio spazio anche ai progetti didattici. 11 giovani fotografi avranno la possibilità di prender parte a una full scholarship dedicata al tema della trasformazione urbana.

E non finisce qui. Vi abbiamo parlato degli eventi più istituzionali, ma la città intera sarà coinvolta. Tirate fuori la vostra macchina fotografica e cercate l’evento che più vi aggrada tra i numerosi presenti nel programma della Milano PhotoWeek.