Tribute nasce nel 2018 per opera di Andrey Shvidkiy e Giulio Brambilla. La prima collezione è nata dall’unione combinata dei punti di vista, idee, esperienze professionali e preferenze estetiche dei due fondatori. Infatti, Andrey lavora nel settore della moda da anni e ha apportato la sua profonda conoscenza delle tendenze e degli stili allo sviluppo del marchio. Giulio è invece architetto e interior designer.

Dalla sinergia tra le loro competenze artistiche è nato Tribute, un punto di incontro tra moda contemporanea e design classico italiano.

Tribute: la filosofia del marchio

Con le collezioni Tribute, Andrey e Giulio vogliono far rivivere la cultura dell’arredamento della metà del secolo scorso. Non solo con l’alto livello del design e della progettazione, ma anche con l’esclusività insita in ogni oggetto. “Ai nostri clienti offriamo la possibilità di personalizzare ogni pezzo per i loro progetti, sia individuali che commerciali, in termini di dimensioni, colore, tessuto e finiture” dicono i due fondatori. Tribute vuole essere un omaggio all’arte di vivere e al lusso degli anni ’50, l’era dei pezzi di design unici e di qualità eccezionale.

Tribute: la capsule collection per la Design Week

Il brand italiano Tribute realizza arredamento e complementi per l’illuminazione su misura, il cui concept è produrre pezzi di alta gamma per interni contemporanei. La Capsule Collection, presentata al Salone del Mobile 2019, comprende sedute (divani, poltrone, panche, sgabelli), tavoli (da pranzo, tavolini consolle), lampade e specchi. Tutti i prodotti sono progettati con un approccio unico e hanno un fascino retrò. La realizzazione compete a artigiani esperti che adoperano materiali esclusivi come l’ottone, vetri, specchi, marmi di Venezia colorati, tessuti come il cotone, velluto e tweed.

Durante il Salone del Mobile, i pezzi presentati sono circa cinquanta. La collezione si ispira agli anni ’50 con il loro stile raffinato e l’estetica di alto livello. La collezione è ospitata in un grande appartamento di Via Senato 16. In questa location, i visitatori hanno la possibilità di fare un’esperienza multisensoriale del life-style dell’epoca, tra pezzi di Art Deco e opere d’arte della Galleria RIBOT di Monica Bottani. Giornalisti e professionisti potranno prenotare un tour privato e troveranno a loro disposizione un’accogliente colazione dalle 10 alle 13 e dalle 18 musica e cocktail.

Per questa occasione, Tribute collabora con il brand francese di profumi Diptyque e Olfattorio Bar à Parfums per creare uno speciale tour di essenze all’interno dell’appartamento. Inoltre si possono anche apprezzare alcune opere d’arte di Marco Reichert, autore che combina la pittura tradizionale agli strumenti della tecnologia digitale. Lo spazio è arricchito da bellissimi tappeti, in collaborazione con il marchio italiano Tessuti.

Per altre info sulla Milano Design Week clicca qui