Uno dei più grandi crucci di donne – e uomini – dell’era moderna? I peli superflui!
Obiettivo di quasi tutte le donne in particolare è poter dire addio a depilazione ed epilazione e a tutto il tempo che impiegano nella routine quotidiana.

Ma non confondiamo le cose:

  • la depilazione comporta l’eliminazione del pelo dalla superficie esterna della pelle per un breve periodo di tempo (i classici metodi impiegati in questo senso sono la lametta e le varie creme depilatorie)
  • l’epilazione prevede invece l’estrazione di tutto il pelo, bulbo compreso, dalla cute. Può essere provvisoria (pinzetta, ceretta), semipermanente (luce pulsata) o permanente (laser).

Poche persone hanno provato le nuove tecniche di epilazione, pefezionate nel corso degli ultimi anni.
Accanto alla tradizionale ceretta infatti esistono nuovi metodi, più duraturi ed indolori, adatti ad ogni tipologia di pelle.

copertina-depilazione

IL FILO ORIENTALE

L’epilazione con filo orientale è indicata per zone poco estese, come viso e braccia. Perfetta per zone di precisione come arcata sopraccigliare e baffetti.
E’ adatta a tutti coloro a cui pinzetta o striscette creano dolore e antiestetici arrossamenti.
Questa tecnica può sembrare innovativa qui da noi, trae in realtà le sue radici nella Persia dell’Antico Oriente dove le donne riuscivano ad estirpare i peli del viso usando un semplice filo di cotone. Il nome originale di questa tecnica è infatti “Bande Abru”, dove bande significa filo e abru indica il sopracciglio.

La tecnica prevede che il filo di cotone (o di seta) venga ritorto e posto a spirale, trattenuto dalle dita delle mani e dalla bocca. Viene quindi fatto passare sull’area da epilare: con un rapido movimento il filo cattura il pelo e lo strappa fino alla radice, bulbo compreso.

La peluria viene eliminata alla radice e in modo naturale, facendo sì che la pelle rimanga perfettamente liscia e senza micro lacerazioni (spesso causate da metodi “aggressivi” come quello della ceretta).
Il pelo viene estirpato senza far presa sulla pelle, il che lo rende un metodo assolutamente indolore, ma duraturo come una ceretta. Se prolungato nel tempo, l’utilizzo del filo comporta inoltre una consistente diminuzione della peluria.
Questo tipo di epilazione è molto precisa e permette di delineare, ad esempio, la perfetta forma di sopracciglia desiderata.
Passandolo sulla pelle, il filo stimola inoltre la microcircolazione che renderà la pelle più sana, uniforme e luminosa.

filo-orientale

SUGARING: DEPILARSI CON LO ZUCCHERO

Lo sugaring è una tecnica simile alla ceretta, solo meno dolorosa e adatta anche a peli molto corti.
Si tratta di un altro metodo a noi sconosciuto, ma usato fin dall’antichità in Egitto e in altri paesi orientali.
Gli ingredienti principali sono zucchero, acqua e limone ed è possibile prepararla in casa.
Gli ingredienti vanno messi in un pentolino antiaderente e lasciati cuocere a fuoco medio, mescolando spesso con un cucchiaio d’acciaio fino a quando il composto non diventa color miele. In tutto ci vorranno circa 20-25 minuti.

Una volta raffreddata e resa malleabile con l’aiuto delle mani, deve essere fatta aderire alla pelle. Attenzione, perché a differenza della classica ceretta è necessario stenderla con le dita nel verso del pelo e tirarla sempre nel verso del pelo.

Va poi rimossa con l’aiuto di un po’ d’acqua tiepida, e il gioco è fatto!

Anche questa tecnica risulta essere particolarmente indicata per le zone delicate del corpo e per le persone che non tollerano il dolore dello strappo della cera classica. Tra i tanti vantaggi c’è anche quello di ridurre il rischio infezioni e irritazioni proprio grazie alla presenza del limone, che possiede note proprietà disinfettanti, antisettiche e antibatteriche.
Ultimo ma non meno importante, si tratta di un metodo economico, ecologico e indolore!

sugaring-2

LASER

L’epilazione a laser è una tecnologia che sfrutta un unico raggio luminoso indirizzato al pelo.
La melanina (il pigmento che colora il pelo), assorbendo la luce prodotta dal laser si riscalda a più di 60°C e distrugge il follicolo pilifero, che non è più in grado di produrre il pelo. Per questa ragione tale tecnica non funziona sui peli biondi o decolorati, cioè sui peli che non contengono melanina.

Per ottenere risultati soddisfacenti sono necessari dai 5 ai 10 trattamenti che comportano l’esposizione della pelle alla luce del laser su una superficie di due centimetri quadrati alla volta. Può essere effettuata su tutte le zone del corpo.
La depilazione laser è quasi indolore e non lascia alcun tipo di cicatrice. Variando da soggetto a soggetto i peli possono non ricrescere mai più oppure ricrescere molto di rado e lentamente, rendendo necessaria la depilazione solo una o due volte l’anno.

laser-2

LUCE PULSATA

La luce pulsata non garantisce per sempre l’eliminazione dei peli superflui ma ne riduce, seduta dopo seduta, la ricrescita.
Si tratta di una delle tecniche più innovative del genere ed è adattissima a tutto il corpo: gambe, zona bikini e viso.

Questo metodo prevede l’utilizzo di una lampada chiamata “flash”. Essa produce un intenso fascio di luce  che agisce sulla melanina, il quale subisce un forte aumento di temperatura. Trasmettendo questo calore al bulbo pilifero fa sì che si sciolga. Proprio come il laser, basandosi sulla distruzione del pigmento del pelo, la luce pulsata risulta particolarmente efficace sui peli scuri.

Sono necessarie diverse sedute per beneficiare dei risultati. Dopo il numero di sedute concordato i peli appaiono fini e radi e la ricrescita è sensibilmente ritardata.
Il processo è quasi indolore: al massimo un pizzicorino o una leggera bruciatura. Adatto quindi a tutti i soggetti sensibili.

La differenza più rilevante tra epilazione a laser ed a luce pulsata è che, a differenza del laser, quest’ultima non utilizza un unico raggio luminoso ma un intero fascio luminoso ad ampio spettro ed intensità.
L’epilazione laser è inoltre più costosa dell’epilazione a luce pulsata, che invece ha trovato utilizzo anche in ambiente domestico. E’ infatti possibile realizzarla comodamente da casa propria, utilizzando innovativi dispositivi sicuri ed efficienti.

luce

DEPILAZIONE ELETTRICA DEFINITIVA

La depilazione elettrica definitiva consiste nel bruciare, una ad una, le cellule responsabili della ricrescita del pelo.

Viene usato un elettrocoagulatore, un apparecchio elettrico ad alta frequenza collegato ad una penna sulla quale è inserito un ago. L’esperto farà scivolare l’ago lungo il pelo fino alla radice, per poi distruggere il bulbo attraverso una piccola scossa elettrica. Per questo motivo la depilazione elettrica può essere considerata definitiva.

Questa tecnica è leggermente dolorosa e di solito viene effettuata in anestesia locale. Questo dettaglio la rende quindi poco adeguata alle pelli sensibili e con bassa soglia del dolore.

ellettrodepilazione-ago_thumb

In generale è bene valutare la propria tipologia di pelle e di pelo per scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Quale metodo vi sembra il più efficace? Quale vi incuriosisce? Che cominci la battaglia!

Potete trovare questo articolo anche nell’ Edicola di CittaWeb!