La Favorita di Yorgos Lanthimos non è una semplice opera storica d’autore in costume. All’interno si racchiudono molti generi che ne fanno, in questa stagione di premi, un film che si distingue da tutto quello visto. Una commedia grottesca e goliardica che sfocia nella tragedia, con per protagoniste tre donne in lotta e amore tra loro.

La Favorita di Yorgos

Olivia Colman in una scena della La Favorita dove interpretata la Regina Anna

YORGOS LANTHIMOS Il Regista

Yorgos Lanthimos è un regista greco molto apprezzato dalla critica e dai i Festival di cinema più importanti. Nel 2015 dirige il suo primo lungometraggio in lingua inglese The Lobster, con protagonista Colin Farrellvincendo il Grand Prix Speciale della Giuria di Cannes. Due anni dopo ritorna con Farrell sulla Croisette per Il sacrificio del cervo sacro, aggiudicandosi il premio per la miglior sceneggiatura. Nel 2018 La Favorita, presentato in anteprima mondiale alla 75° Mostra internazionale d’arte cinematografica dove vince il Leone d’argento – Gran premio della giuria.

La Favorita di Yorgos

Yorgos Lanthimos vincitore del Leone d’argento a Venezia 75

OLIVIA COLMAN La Regina

Olivia Colman è famosa al pubblico per le sue partecipazioni alla serie televisiva Broadchurch e alla miniserie The Night Manager. Prossimamente reciterà ancora una regina inglese, Elisabetta II nella terza e quarta stagione di The Crown. L’attrice inglese con il ruolo della Regina Anna, ha vinto la sua prima Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile, un Golden Globe, un premio BAFTA ed è candidata all’Oscar come migliore attrice protagonista. Olivia porta sullo schermo la storia di una donna che non si occupa da tempo del suo regno. L’ultima Regina della dinastia Stuart che mentre i membri della corte si danno al gozzoviglio, preferisce allevare i suoi 17 conigli, ognuno dei quali rappresenta un figlio perso nel corso degli anni.

La Favorita di Yorgos

La Regina Anna e la sua consigliera Sarah interpretata da Rachel Weisz

RACHEL WEISZ La Duchessa

Rachel Weisz è alla sua seconda collaborazione con il regista greco, ha recitato come la Colman, nel futuro distopico di The Lobster. In La Favorita interpretata Sarah Churchill, detta Lady Marlborough, donna realmente vissuta, fidata consigliera della Regina. Sarah amministra il potere, è la Keeper of the Privy Purse, la tesoriera e responsabile della tenuta delle finanze della Casa reale. Tra la regina e la duchessa si instaura una vera amicizia, che si scopre non essere solo una relazione di complicità e fiducia, ma anche amorosa e sessuale nascosta agli occhi di tutti.

La Favorita di Yorgos

Abigail interpretata da Emma Stone in una scena con la Regina Anna

EMMA STONE La Favorita

Emma Stone per l’occasione è tornata bionda, al suo colore naturale, per recitare uno dei ruoli più odiosi e antipatici della sua carriera. Scordatevi la sognatrice Mia di La La Land, in La Favorita Emma è Abigail Hill, ragazza caduta in disgrazia per colpa dei debiti di gioco del padre che cerca lavoro alla cugina Duchessa Sarah. All’inizio si accontenta del suo ruolo di sguattera e cameriera a corte ma Abigail è determinata a riacquistare una posizione sociale alta,  quindi pur di diventare nobile è disposta anche finire nel letto con la Regina.

La Favorita di Yorgos

Una scena del film La Favorita in cui c’è un inquadratura fisheye

LA FAVORITA Il Potere è Donna

La Favorita è stato rinominato come un Eva contro Eva, ma ambientato al palazzo della Regina Anna nell’Inghilterra d’inizio 1700. Come ho già menzionato prima, il film è basato su fatti storici realmente accaduti a cui Deborah Davis e Tony McNamara si sono ispirati per scriverne la sceneggiatura. Invece la regia di Yorgos Lanthimos è composta  d’ inquadrature grandangolari, panoramiche a schiaffo e frequenti fisheye. Il terzetto formato da Olivia, Rachel e Emma mettono in scena un gioco di potere e di gelosie tragicomico con uno sfondo erotico.

La Favorita di Yorgos

Rachel e Olivia vincitrici entrambi di un BAFTA per le loro interpretazioni in La Favorita

Ora non ci resta che aspettare la notte del 25 Febbraio e tifare per La Favorita perché è il film con più candidature, esattamente dieci come Roma di Alfonso Cuaron.