Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni è il nuovo film Disney presente nelle sale italiane dal 31 ottobre 2018, adattamento cinematografico del racconto Schiaccianoci e il re dei topi di E. T. A. Hoffmann e del balletto Lo schiaccianoci di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Una trama colorita

Per chi conosce la vera storia nata dalla fantasiosa mente di Hoffmann, molti elementi sono ben distanti se non completamente diversi. Al centro la giovane Clara (Mackenzie Foy), orfana di madre e con un padre molto severo e fortemente legato  alle apparenze e al rispetto delle tradizioni. Tra i due c’è un forte attrito che si fortifica ripetutamente quando l’uomo mostra un’apparente freddezza di fronte al tema della defunta moglie.

Clara e la sua famiglia in una scena tratta dal film

Il Natale è in arrivo. Come nell’originale, la trama è ambientata nel corso della Vigilia.  Clara, assieme al padre, alla sorella e al fratellino, si recano nella dimora del loro padrino per festeggiare la sentita occasione. Prima di prender parte al ricevimento, l’uomo consegna ai figli il dono che la madre avrebbe lasciato a loro per Natale e proprio Clara riceve uno strano carillon apribile solo con una chiave molto particolare di cui non è in possesso.

Scena tratta dal film Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

Il padrino (Morgan Freeman) è un uomo ricco di fantasia – e non solo – che credo rallegrerebbe qualsiasi bambino: ciascun dono da lui offerto è legato ad un filo al quale è appeso il nome del destinatario. Tutti i bambini in preda alla gioia rincorrono i propri fili mentre Clara, sempre più incuriosita, cerca di raggiungere la fine del suo, ritrovandosi improvvisamente all’interno di un bosco innevato.

Il filo termina dentro un meraviglioso albero illuminato e all’estremità vi è legata una chiave d’oro che ha tutte le caratteristiche per poter aprire il suo misterioso carillon. Nel tentativo di prenderla, un bizzarro topo comparso dal nulla, se ne impossessa fuggendo via. Inizia l’inseguimento che si interrompe con l’attraversamento di un ponte e un giovane Schiaccianoci che blocca la corsa della ragazza.

Scena tratta dal film Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

Da questo momento in poi veniamo immersi in un mondo fantastico composto da quattro regni: il Regno dei Fiocchi di Neve, il Regno dei Dolci, il Regno dei Fiori e il tanto temuto Quarto Regno, una volta chiamato Regno del Divertimento. Clara, dopo aver appreso di essere la figlia di colei che ha scoperto e dato vita a questo mondo, tenta in ogni modo di aiutare i primi tre regni ad evitare la guerra con il quarto e soprattutto a difendersi da un eventuale attacco.

Lo Schiaccianoci ritorna a danzare

Le sorti di questa avventura non voglio anticiparvele, sarebbe brutto rovinarvi il finale. Vorrei però dedicare qualche riga ad un piacevolissimo momento al quale potrete assistere in cui la vera protagonista è la ballerina principale dell’American Ballet TheatreMisty Copeland

Balletto ne Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

La sua performance lascia a bocca aperta ma non siamo di certo gli unici ad essersi innamorati di questo angelo sulle punte. In un’intervista racconta che lo Schiaccianoci è stato il primo balletto che ha eseguito a soli 13 anni, un bellissimo ricordo. Tra le sue parole traspare un grande senso di rivalsa, dopo aver dovuto combattere per affermarsi nel mondo della danza classica, tra pregiudizi razzialicritiche contro il suo fisico ritenuto fin troppo muscoloso. Posso semplicemente dire che a mio modesto parere, sia a dir poco meravigliosa.

Strane presenze

Non vorrei essere eccessivamente maligna ma perché attori come Keira KnightleyMorgan FreemanHelen Mirren, come una carriera come la loro, hanno accettato di partecipare a questo film? La mia è semplicemente una considerazione che sorge spontanea, osservando come questo film non si possa definire di alto livello. Non credo che i tre siano giunti a fine mese con le bollette in mano e si siano detti “Ah sai che c’è? Facciamo questo film, così mi pago gas e luce!“. Dubito fortemente. Quindi la domanda rimane senza risposta ma rimango assai perplessa.

Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni

Volete sognare? Volete farvi due risate? Volete sentirvi immersi in quel clima natalizio? Posso dirvi che un consiglio non mi sento di darlo onestamente. A volte meglio tacere e lasciare che siano gli altri a decidere. C’è chi direbbe “ai posteri l’ardua sentenza”.

Ah, Natale è alle porte ed è sempre bello immergersi in quell’atmosfera, guardando e riguardando quei film che non abbandoneremmo mai per nessuna ragione! Leggi i nostri consigli per questo Natale!