Vice – L’uomo nell’ombra. E’ curioso come titolo, non credete? Quando escono certi film al cinema, il primo pensiero è “oh cacchio, è chi è sto qua, l’ho già sentito?” poi si passa a “quel periodo storico mi manca. Ah no aspetta, mi sembra di ricordare…” . Ammettiamolo, molti di noi non ci capiscono nulla di storia o perlomeno hanno delle falle incredibili. Good news: non serve essere degli esperti per vedere questo film! Tirate un sospiro di sollievo miei cari lettori, potrete mantenere illibata la vostra inattaccabile ignoranza. Il film di Adam McKay non vi trasformerà in saggi esperti di storia ma sicuramente vi farà capire qualcosa di più su alcuni importanti avvenimenti che hanno coinvolto gli Stati Uniti tra gli anni ’70 e gli anni ’90.

Il potere nell’ombra

E’ mai possibile riuscire ad avere il completo potere decisionale, senza essere seduti sul trono del Presidente degli Stati Uniti d’America? Dick Cheney, ex operaio alcolizzato del Wyoming, a quanto pare ci è riuscito. Vice – L’uomo nell’ombra è la testimonianza di come l’essere umano possa essere spietato e assetato di potere e quanto la fiducia possa essere una potente arma di seduzione. Vice L’uomo nell’ombra è un racconto – se così si può definire – che narra i momenti salienti dell’ascesa di Cheney, sino a raggiungimento della vicepresidenza al fianco di George W. Bush.

Scena tratta dal film Vice - L'uomo nell'ombra

Scena tratta dal film Vice – L’uomo nell’ombra

Ma cerchiamo di capirci qualcosa in più. Dick è una persona apparentemente mansueta, un abile servitore, veste sotto la quale in realtà si cela una personalità impetuosa e particolarmente astuta che ha saputo circondarsi dei giusti alleati per costruire il suo impero “nell’ombra”. Ha iniziato la sua carriera con le peggiori premesse che si possano immaginare: amante dell’alcol ed esperto piantagrane senza grandi aspettative. Esortato da una compagna/moglie fin troppo paziente a svolgere il suo dovere di “Uomo”, quello che negli anni ’70 doveva badare alla famiglia e garantirne la sopravvivenza, si rimbocca le maniche e si getta in quella che sarà la sua ascesa politica.

Scena tratta dal film Vice - L'uomo nell'ombra con Amy Adams e Christian Bale

Scena tratta dal film Vice – L’uomo nell’ombra con Amy Adams e Christian Bale

La moglie Lynne, interpretata da una meravigliosa Amy Adams, ha un ruolo fondamentale nella sua scalata al successo. E’ la sua miglior consigliera e sostenitrice, ha le “mani in pasta” ma non si sporca le dita. Ha a cuore il successo del marito ma è consapevole di quale sia il suo posto e per una donna di quegli anni, quanto fatto da Hillary Clinton, era solo un sogno irrealizzabile.

Sempre in forma con Christian Bale!

Christian Bale è l’uomo dai mille volti e dai mille corpi soprattutto! Nel film L’uomo senza sonno credo abbia messo in atto la sua trasformazione più radicale raggiungendo i 52 kg, per non parlare dei 94 kg in American Hustle. Oggi interpreta Dick, un uomo dal fisico morbido, paffutello e con i capelli in rapida caduta, ed è perfetto anche qui. E’ un trasformista che sa lavorare sul proprio corpo per entrare perfettamente nella parte.  Anche in Vice – L’uomo nell’ombra Bale vuole distinguersi e creare una connessione diretta con il personaggio.

Vice - l'uomo nell'ombra - Christian Bale nei panni di Dick Cheney

Christian Bale nei panni di Dick Cheney

La sua dieta fatta di ciambelline fritte e hamburger non è stata l’unica soluzione escogitata per assomigliare il più possibile al noto politico americano. Oltre ad un ingegnoso staff di costumisti e truccatori, Christian si è messo sui libri e ha trascorso numerose ore della giornata a studiare ogni singolo dettaglio attraverso l’osservazione scrupolosa di interviste e riprese che avevano Dick come protagonista assoluto. Effettivamente l’attore, oltre ad una evidente somiglianza fisica, ha messo in mostra un’accurata emulazione di ogni singolo dettaglio, come nella postura e nella camminata, nella mimica e nella gestualità del noto vicepresidente. L’impegno è stato premiato con un meritatissimo Golden Globe 2019 come migliore attore in un film commedia o musical.

Vice - l'uomo nell'ombra - Christian Bale ai Golden Globe 2019

Christian Bale ai Golden Globe 2019

Commedia o Documentario?

Direi sicuramente l’aspetto migliore di questo film sia il perfetto equilibrio generato tra una buona dose di ironia e il corretto riferimento a fatti storici realmente avvenuti. Astuta la scelta di scandire la trama con una voce fuori campo che aiuta lo spettatore nella comprensione dei fatti narrati e rende sicuramente più ironico lo sviluppo dei singoli avvenimenti.

Non vorrei ripetermi ma Vice L’uomo nell’ombra ne vale davvero la pena. Garantisco che non ve ne pentirete.