Bella stagione fa rima con tante cose: gelati al parco, weekend al mare, grigliate in giardino e cerimonie. Che sia un battesimo o un matrimonio poco importa, tutte avremo bisogno di trovare l’abito da cerimonia 2018 perfetto per noi. Che sia bello e alla moda, che non ci faccia passare inosservate nella folla, ma che ci faccia anche sentire a nostro agio. Sceglierlo non sarà facile ma le opzioni sono veramente tante e ce n’è per tutti i gusti. 

 

Abiti da cerimonia 2018- Luisa Beccaria

Luisa Beccaria

 

Romantico

Se vi sentite romantiche e femminili l’opzione migliore, che non passa mai veramente di moda, è l’abito lungo. Non è facile trovare occasioni in cui indossare un abito di questo genere, ma una cerimonia è il momento perfetto. Sulle passerelle haute couture abbiamo visto abiti molto leggeri e delicati, spesso realizzati con materiali eterei, come il tulle e l’organza, ma anche il pizzo. Questo tipo di abito è principesco per definizione e la sua forma è il punto di forza. Per questo si sceglie monocromatico, in colori pastello. Luisa Beccaria ha fatto sfilare abiti di tulle azzurro, mentre Monique Lhuillier ha optato per lo chiffon rosa, ornato da piccole pietrine luccicanti. 

Abiti da cerimonia 2018- Monique Lhuillier

Monique Lhuillier

Per essere ancora più femminile si può aggiungere un fiocco tra i capelli, o stretto in vita, come ha proposto Valentino nella sua sfilata couture PE 2018. L’effetto è garantito e non c’è niente di male ad immergersi in una favola ad occhi aperti una volta ogni tanto. 

 

Floreale 

Tra gli abiti da cerimonia PE 2018 il motivo botanico va di gran moda: abiti lunghi e corti si riempiono di fiori. A stampe naturalmente ma anche in rilievo, perchè no. La moda prende ispirazione dalla natura stessa e porta la fioritura delle piante nei tessuti. Per una cerimonia la stampa floreale è perfetta, perchè porta con se moltissimi significati simbolici, ma anche perchè è fresca e leggera. 

Abbiamo visto esempi in passerella e ora i vestiti floreali hanno invaso anche le collezioni di Reformation e Zara, che propongono abiti a prezzi convenienti. 

abiti da cerimonia 2018- Reformation

Reformation

Il motivo botanico porta con se un sapore vagamente retrò. Gli abiti a stampa floreale di Alessandra Rich per esempio ricordano la silhouette anni ’50. The Attico invece prende ispirazione dalla libertà ribelle degli ultimi anni ’60. 

abiti da cerimonia 2018- Alessandra Rich

Alessandra Rich

 

Il tailleur

Il tailleur è l’abito da cerimonia per definizione. Da un paio di stagioni è tornato grande protagonista delle passerelle e dello street style. Per strada lo vediamo indossato con sneakers e t-shirt bianca, ma in un attimo lo si può rendere estremamente elegante e sexy. Il completo giacca e pantalone ci affascina perchè ricorda l’universo maschile: abbinato a un paio di tacchi preziosi dona un look estremamente curato ed elegante. Asos ha sempre una selezione molto vasta di completi, sia in colori tenui che in colori forti, ma propone anche molte stampe ricercate. 

abiti da cerimonia 2018- asos

Asos

Per la primavera si può optare poi per il tailleur femminile vero e proprio, con giacca e gonna abbinate. Chanel ovviamente è il primo punto di riferimento se si vuole un tailleur classico, in materiali scintillanti e con il pattern tipico del marchio. Zara e Mango propongono dei completi simili, che vi doneranno un’aria sofisticata e ricercata senza ulteriori accessori. 

abiti da cerimonia 2018- zara

Zara

 

Gli accessori

Qualunque sia la scelta che più vi si addice, ricordate che un buon look è dato soprattutto dagli accessori che vi abbinate e dal makeup che scegliete. Un lipstick a lunga tenuta può aiutarvi per tutta la giornata di festeggiamenti senza appesantire il look. Per quanto riguarda gli accessori, per questa stagione il focus è sui capelli: via libera a mollette, nastri e cerchietti, meglio se in materiali ricercati. 

Un altro accessorio che avrà grande successo nel prossimo periodo è il guanto lungo al gomito, solitamente di raso. E’ un accessorio complicato, che richiede una certa audacia, ma la moda è sopratutto divertimento, quindi perchè non osare?