Giorgio Armani, di origini piacentine, è uno dei più importanti esponenti della moda internazionale. La sua carriera inizia nel 1965, grazie a Nino Cerruti. Nel 1974 nasce la linea Armani by Sicons, che lo convince definitivamente alla creazione di un marchio personale. La sua prima collezione risale al 1975, anno in cui fonda l’azienda omonima.

La produzione di Armani spazia fra abiti di ogni genere, cominciando dalle giacche, di cui rivoluziona il design: vengono eliminati i supporti interni e spostati i bottoni: nascono così le giacche destrutturate, emblema assoluto del suo stile e protagonista del tailleur di taglio maschile che Armani disegna per le donne.

Il suo stile sceglie tagli nitidi e puliti e toni di colori freddi: il beige, il grigio e il greige, una nuova tonalità in bilico tra il grigio e il sabbia terroso, anche se è soprattutto il blu-Armani a contraddistinguere la sua produzione.

Per la collezione Armani FW17 uomo lavora su classici con eclettismo e spirito di sintesi, evolvendo i codici per definire un’idea di eleganza sintonizzata sul presente ma ricca di memoria.

Texture e silhouette sono i cardini della ricerca di Giorgio Armani: una riflessione autoriale e innovativa, guidata dall’idea che rigidità e protocolli obsoleti vadano scardinati con inesorabile garbo. È infatti attraverso l’uso di materiali e lavorazioni preziose che si ridisegna la figura maschile.

collage_fotorf

Giorgio Armani FW17

Il corpo, con la sua bellezza individuale e irripetibile, è esaltato da capi che disegnano una figura vigorosa. Sono le grandi sciarpe-manica a definire l’immagine: percorrendo le braccia e incrociandosi sul petto, incorniciano il viso, a sua volta illuminato dal segno ricorrente della camicia bianca e da cappelli piccoli e composti.

Le superfici sono calde, lussuose e organiche, con gli shearling voluttuosi che aggiungono una nota inattesa e vibrante. La palette di colori è un impasto di tinte maschili ed armaniane esaltate da tocchi di arancio, azzurro polvere, bordeaux intenso e toni di verde che si alternano al classico blu.

collage_fotor_fotor

Giorgio Armani FW17

Insomma Armani ci presenta uno stile neo-classico, rivoluzionato da interessanti novità, restando comunque ancorato alla sua tradizione, senza mai quindi perdere il suo punto di partenza, quello stile che lo ha reso fiero dell’impero creato.