L’estate aveva appena fatto le valigie quando, di colpo, un mare di colori si è riversato a ritmo di samba nel quadrilatero della moda milanese.

È arrivato Fisico by Cristina Ferrari a farci sentire nostalgia della stagione appena finita e a farci già venire voglia della ss 2017. Sono i primi anni ’90 quando Cristina Ferrari dà vita a Fisico, un brand specializzato in beachwear, che ha sviluppato anche una linea ready-to-wear con un’attenzione particolare per gli abiti da cocktail e da sera.

fisico by cristina ferrari

La collezione presentata alla Milano Fashion Week nasce dalla terra dei colori: il Brasile.

L’amore per questo Paese scorre nelle vene di Cristina Ferrari ed è ciò che le ha dato la spinta necessaria per fondare il suo marchio, basato su design italiano ma fisicità brasiliana. Il Brasile è una costante fonte d’ispirazione e lo si può cogliere dai colori e dalle forme caratteristiche dell’America del Sud; per questo motivo, in occasione dei 20 anni di sfilata di Fisico, Cristina vuole celebrare il luogo da cui tutto ha avuto inizio.

Quando la sfilata ha inizio sembra di essere catapultati in uno di quei film con Carmen Miranda che indossa cappelli di frutta e in cui si balla la samba; invece dobbiamo volare con la nostra immaginazione sulle spiagge di Rio de Janeiro.

Il mare e la spiaggia fanno da sfondo a donne carioca dal corpo statuario, luminose perfette e raggianti.

schermata-2016-10-06-alle-17-26-54-1024x989

A conferire ancora più splendore a queste modelle è la palette di colori accesi e vibranti, dal gusto pop che rappresentano perfettamente l’estate, ma anche la tradizione carnevalesca di Rio.

Verde elettrico, giallo sole, arancio, turchese, magenta e lilla si mescolano e si uniscono per dare vita a pattern stampati su bikini e trikini. La vegetazione è il soggetto preferito: foglie tropicali, ananas e intrecci che ricordano la corteccia dell’albero di banano sono usati per micro e macro fantasie. Ma ovviamente tra i colori c’è spazio anche per l’intramontabili bianco e nero che si sposano perfettamente con la l’atmosfera elegante da spiaggia.

schermata-2016-10-06-alle-17-49-53-1004x1024

Le stesse tinte sono usate anche per l’abbigliamento la cui linea è un forte richiamo agli anni ’70: pantaloni a zampa, maxi tute in microfibra, crop top e abiti dalla spallina singola che fasciano il corpo. A questo si affiancano dettagli come le rouches e i volant, ma anche le cuciture oro che decorano i modelli in jeans. E ancora le borse in crochet punto palma e i collier abbinati ai costumi.

La novità assoluta, però, portata in passerella sono le decorazioni a specchietti colorati che ricordano contemporaneamente le applicazioni seventies, ma anche i tanti coriandoli sparati in aria durante il carnevale di Rio.

I dettagli preziosi sono, infatti, ciò che elevano il beachwear al couture grazie a pietre, studs e cristalli. I tessuti, invece, sono caratterizzati da texture diverse in cui la già citata microfibra viene declinata in più varianti, da quella soft a quella traforata ma anche goffrata, rigata e laminata per i capi più ricercati. A questa si aggiungono il tulle elasticizzato e la creponette.

a5e1

L’idea di Cristina è sempre stata quella di portare sulle passerelle internazionali la moda dedicata ai costumi da bagno per trasformare la semplice tenuta da spiaggia in una sofisticata linea di prêt-à-porter.

La stessa Cristina Ferrari ama descrivere il suo brand in questo modo: «Il glamour abbinato alla praticità». La seduzione brasiliana e il know how italiano si sono uniti per far nascere la beach-couture grazie ad un marchio che ha fatto cambiare idea sul mondo dell’abbigliamento da mare.

schermata-2016-10-06-alle-17-29-11-1012x1024

Vi auguriamo di non pensare troppo alla prossima estate perché manca quasi un anno interno, ma siete ancora in tempo per prenotare un viaggio in Brasile e scegliere il costume da sfoggiare in spiaggia!