Lena Dunham è nata e cresciuta a New York e interpreta Hannah in “Girls” – serie televisiva che segue le vicende di quattro amiche appena trasferite nella grande mela-, ruolo per il quale sarà premiata con il Golden Globe nel 2013 in qualità di miglior attrice in una serie commedia o musical.

Attrice, sceneggiatrice e regista statunitense ma anche donna simbolo della lotta al body shaming.

Lena Dunham ha fondato la newsletter Lenny insieme a Jenni Konner – miglior amica e produttrice di Girls – per esporre e condividere la sua visione del mondo.

Di recente la Dunham si è occupata della cantante Kesha, alla quale non è stato concesso rescindere il contratto con Sony, perchè impossibile – secondo i giudici – dimostrare i ripetutamente denunciati abusi del produttore Dr Luke.

lena-dunham-inspiration-main

Secondo Lena il sistema legale americano non aiuta sufficientemente le donne e, anche per questo motivo, alle primarie americane lei sostiene Hilary Clinton.

“Solo così noi donne possiamo avere più potere: arrivando ai vertici, dove si prendono le grandi decisioni”

Il fotoritocco è un’eresia per Lena Dunham quanto per… Lonely!

Il brand neozelandese non fa uso di photoshop e ha scelto il volto di Lena Dunham come nuova testimonial – insieme a lei comparirà nella nuova campagna anche Jemima Kirke, un’altra star di “Girls”.

Le case di intimo sono in genere le prime a presentare, diffondere ed esaltare un’immagine surreale del corpo della donna.

Con Lonely è tutta un’altra storia!

“Anzichè sentirsi un oggetto le donne protagoniste delle nostre campagne – in questo caso Lena e Jemima – sono incoraggiate a mostrare la loro vera bellezza. Speriamo che queste immagini aiutino tutte le donne a sentirsi più libere”.

Lena Dunham e Jemima Kirke per Lonely

Lena Dunham e Jemima Kirke per Lonely

Lonely

Il marchio “rivoluzionario” di cui stiamo parlando è fratello del brand neozelandese Lonely Hearts.

Lonely è stato creato da Helene Morris e Steve Fergus nel 2009 e dice NO al push-up, alle imbottiture e ai perizomi.

Lonely fa intimo per le donne e non per gli uomini!

Non è curvy ma naturale

Sono le donne realmente in lingerie! Se una donna è bella e si sente tale da potersi svestire deve poter comparire così senza inganni.

Lonely Girl Project va  contro a quello che solitamente sono le campagne pubblicitarie femminili di intimo e non. 

Condannando il body shaming Lonely Girl Project condanna un meccanismo che dà alle donne la costante sensazione di non essere abbastanza.

Promuovere un senso positivo dell’immagine femminile e la libertà di espressione è da sempre la filosofia del brand, il “motto” infatti é:

“Per donne che indossano lingerie come una lettera d’amore a loro stesse”.

changing-the-world-with-underwear-and-the-lonely-girl-project-body-image-1432518697