Avere la macchina non è più di moda. Ai millennials non interessa il possesso. A loro basta riuscire a spostarsi da un luogo a un altro, magari evitando la rogna del cercare parcheggio. Ecco perché lo sharing funziona così bene, anche e soprattutto nel settore dei trasporti.

A Milano, dopo le berline e le bici, arrivano i monopattini. Li abbiamo provati per voi.

Ce ne ha dato la possibilità il team di Dott, startup europea attiva nel settore della micro-mobilità urbana che, dopo aver invaso Belgio e Francia, è pronta ad approdare in Italia. Per riconoscerla, cercate dei coloratissimi monopattini.

I monopattini Dott sono monopattini elettrici, pensati appositamente per girare in città. L’ingegnere che li ha ideati ha pensato a tutto. Il baricentro è in basso così che, anche portando le buste della spesa, il rischio di caduta è minimo. Le ruote sono alte e, soprattutto, grosse. Più grosse delle rotaie del tram. L’ingegnere ci ha assicurato che sono persino in grado di resistere agli sballonzamenti del pavè milanese.

Il procedimento è facile, quello che tutti conosciamo. Per usare i monopattini Dott basta scaricare l’app gratuita e iscriversi. A questo punto non resta che localizzare il mezzo più vicino. Poi, con una semplice scansione del QR code, il monopattino è pronto per essere usato. Per partire ci si dà una piccola spinta, e poi l’unico sforzo previsto è quello del pollice, addetto al pomello di accelarazione.

Noi l’abbiamo fatto provare alla più imbranata della redazione, per assicurarci che siano a prova di dummies.

L’abbiamo mandata – meglio mi ci hanno mandato – ieri mattina, allo Spazio Phutura, di fronte al Castello Sforzesco. Dove, in occasione della Design Week, Dott permette a tutti di fare un giro di prova sui suoi monopattini. Non ci avrei scommesso, ma persino io sono riuscita senza troppe difficoltà a scorrazzare in sella al monopattino, giungendo a fine corsa sana e salva.

Sarebbe bello se l’uso dei monopattici elettrici si difondesse capillarmente. Ci eviterebbe le strade intasate dal traffico delle macchine e renderebbe l’aria meno inquinata. Purtroppo, però, c’è ancora un vuoto legislativo. L’utilizzo dei monopattini non è regolamentato e non è ancora chiaro come si debbano usare: per strada o sul marciapiede, con o senza casco.

Nel frattempo, però, potete sempre andare a giocare con Dott. Avete tempo fino a domenica 14 aprile.