Il brand Silvian Heach ha presentato la sua nuova capsule collection Roxy in the box- The other side of the t-pop, nata in collaborazione con l’omonima artista Roxy. Sono state infatti realizzate in limited edition delle “t-pop”, ovvero t-shirt in stile pop, acquistabili online sul sito del brand ed, in esclusiva, nei flagship store Silvian Heach di Napoli e di Milano.

Arte e moda dentro una scatola

Roxy è un’artista contemporanea a tutto tondo. Vive nella splendida Napoli, scenario delle sue numerose forme artistiche, ha girato video, dipinto quadri, realizzato numerose installazioni e performance coinvolgendo il pubblico.

Per il lancio della capsule collection Roxy in the box for Silvian Heach, Roxy ha realizzato, nella sua factory delle meraviglie, un’istallazione con panni appesi omaggiando in questo modo la tipica usanza delle vie di Napoli di stendere i panni tra i balconi degli edifici.

Roxy in the box for Silvian Heach

Per la capsule collection Roxy in the Box, l’artista si ispira a delle donne napoletane molto importanti ma poco conosciute dalla società. In questo modo Roxy ha deciso di far conoscere queste realtà unendo la moda all’arte, donando a queste donne determinate e coraggiose, la sua personale interpretazione pop.

L’altro lato delle T-pop

Le T-pop hanno una doppia vita. Da un lato infatti è possibile ammirarne la stampa pop disegnata e dipinta, mentre dall’altro si può leggere la biografia della protagonista partenopea cui è ispirata la tee, scritte dalla professoressa e storica dell’arte Anita Pepe.

Le illustrazioni hanno colori vivi e forti ed ogni icona è accompagnata da una frase che rappresenta in poche righe la storia e l’anima della donna. In questo modo, ognuna di noi può acquistare la T-pop che più la rispecchia e la rende affine ad una di queste eroine.

L’idea della capsule collection nasce dalla voglia di celebrare le donne. Donne di grande coraggio, donne di talento, donne di passione. Donne vincenti. Donne non iconizzate del patrimonio culturale della città di Napoli. […] È bello pensare alla scelta delle consumatrici in base all’eroina che più le rappresenti”Mena Marano A.D. Silvian Heach.

roxy-in-the-box-e-mena-marano-ad-silvian-heach

Ma conosciamo insieme le grandi donne di Roxy in the Box by Silvian Heach!

Maria Puteolana, XIV sec., non amava i gioielli ma l’armatura; così unica nel suo genere che anche Francesco Petrarca volle incontrarla. Morì da combattente.

Diana De Rosa, 1602-1643, si pensa sia stata assassinata per amore ma vivendo d’arte.

Eleonora De Fonseca Pimentel, 1752- 1799, napoletana d’adozione e si trasferì nella città per dirigere un giornale alla proclamazione della Repubblica.

 roxy in the box

Elvira Coda Notari, 1875-1946, fu la prima donna produttrice, regista e sceneggiatrice; la sua vita fu come un film.

Ria Rosa, 1899-1988, viaggiava sulla rotta Napoli-New York per esibirsi in performance di rottura antifasciste e femministe; cercava fortuna e nuova vita.

Maddalena Cerasuolo, 1922-1999, figlia di un partigiano lottò nella Seconda Guerra Mondiale; fu eroina impedendo la distruzione di un ponte.

 roxy in the box

The other side of the T-PoP. Perchè all’interno delle T-Shirt c’è stampato una mini biografia di ogni personaggio a cui dedico una t-shirt? Perchè mi immagino che oltre a chi le indossa quindi per esempio una collaboratrice domestica o anche una madre, stirando al contrario la t-shirt possa incuriosirsi, e leggere il grande coraggio di Maddalena Cerasuolo durante le quattro giornate di Napoli, la dignità di Eleonora Pimentel Fonseca fino all’impiccagione del 1799, o anche di Ria Rosa cantante di primo novecento all’avanguardia per i suoi testi femministi e strafottenti. Inoltre vorrei sottolineare la grande libertà che ho ricevuto da Silvian Heach rispettando totalmente il mio desiderio di sperimentare l’altra faccia di una T-shirt. Le collaborazioni con grandi aziende le trovo stupende, per me artista di stampo pop, poter comunicare attraverso prodotti rivolti ad un grande pubblico è il massimo.”- ROXY IN THE BOX.