Per caso mi sono ritrovato a svuotare la borsa da lavoro sul tavolo per fare un po’ di ordine e, quasi per gioco, mi son detto: “va quante belle cose, quasi quasi ci scrivo un articolo”. E allora presto fatto.

Quante volte ci passano per mano strumenti utilissimi cui non diamo peso o non gliene diamo fino a quando non ci vengono a mancare? Vi racconto quello che ci tengo dentro…

Lo smartphone

Ormai è diventato parte integrante di noi stessi, nel bene e nel male, però è immancabile.

Per lavoro scatto foto, ci invio mail, discuto sugli articoli da pubblicare –lol-, scrivo note, ecc ecc…. Insomma un elemento irrununciabile anche a livello lavorativo, corredato ovviamente di caricatore e power bank!

Molte applicazioni vengono inoltre in aiuto del professionista come per esempio Autocad 360 che permette di visionare un disegno anche con lo smarthphone o MyPantone per avere sempre a portata di mano la famosa mazzetta colori.

nella-borsa-di-un-designer-11

La penna

Eh sì, la penna! Appunti e schizzi, bozzetti di disegni, note, ricordati questo, ricordati quello. Tutto trascritto, altrimenti, in questo vivere frenetico dimenticherei metà delle cose.

La mia penna ufficiale è la Lamy Pico. Modello dal design molto ricercato ed innovativo. La penna Pico è una penna tascabile di ridotte dimensioni che all’occorrenza con un semplice meccanismo a pulsante diventa di grandezze normali. La mia è di colore nero.

nella-borsa-di-un-designer-8

L’agenda

Non può mancare la Moleskine! Diventata ormai oggetto must-have per molte persone. In questo periodo è in colorazione rossa gentilmente concessa dal Salone del Mobile di Milano.  Per me è un po’ un misto tra agenda, blocchetto degli appunti e foglio da schizzo, un all-in-one.

nella-borsa-di-un-designer-7

Il metro

Un altro elemento che non può e non deve mancare nella mia borsa è il metro. Classico metro a nastro da falegname da 3 mt. Misuro tutto in continuazione! E poi le proporzioni; mi dà le proporzioni di tutto, subito!

E spesso il caro metro và a braccetto con il misuratore laser. Oggi giorno abbiamo sul mercato differenti categorie e tipologie di metri pieghevoli e a nastro, ma a cogliere la mia attenzione è senza dubbio il metro elettronico Bagel. Bagel è dotato di tre funzioni. Un cavetto di acciaio estraibile per misurare gli oggetti sferici, un puntatore laser ed infine un misuratore elettronico che si usa sfiorando la superficie da misurare con il metro stesso. Corredato da un applicazione scaricabile che ne permette in tempo reale la corrispondenza su smartphone.

nella-borsa-di-un-designer-9

Penna usb

Anche questo oggetto ormai è diventato di uso quotidiano. Usata per salvare progetti, foto e presentazioni. Diventata, ma forse nata, anche come oggetto di scambio: “si ok dai salvamelo sulla chiavetta”. Non ho una predilezione specifica per le chiavette di design, diciamo che quella che uso è quella che di solito mi regalano come oggetto promozionale.

Lo so avete ragione, una bella chiavetta usb dal design ricercato ci vorrebbe. Magari come la Empty Memory Usb creata da Logical Art Design.

nella-borsa-di-un-designer-6

Biglietti da visita

Anche con l’espandersi continuo della tecnologia l’amatissimo biglietto da visita rimane intramontabile. Di carta, intuitivo, tangibile, accattivante e promozionale. Deve esserci!

nella-borsa-di-un-designer-5

La borsa

Il contenuto è ok ma anche il contenitore vuole la sua parte. La borsa per la donna è un oggetto di culto, ma può esserlo anche per l’uomo se la intendiamo in chiave lavorativa. Gusto retrò in pelle o gusto contemporaneo in tessuto tecnico? Diciamo che ho passato varie fasi.

Però vorrei parlarvi di una borsa glamour che è stata creata appositamente per gli architetti, la Architect Bag. Prodotta da Tod’s e disegnata dallo studio di design Nendo. Appositamente studiata per contenere fogli in differenti formati, campioni, libri ecc ecc. Quest’oggetto è la versatilità fatta in borsa.

nella-borsa-di-un-designer-10

Non mi sono dimenticato di nulla o almeno mi pare… E voi cosa ci tenete nella vostra borsa?!