Oggi parliamo di fidanzati santi, amiche masochiste, figli obbligati e di tutti coloro che volontariamente- e non– si offrono come accompagnatori di spese folli. Il mio obiettivo non è tanto indagare i disagi mentali di queste figure mitologiche che s’immolano per la causa, quanto piuttosto far notare la poca attenzione degli store nei loro confronti.

Prima cosa da evidenziare sono gli aspetti apprezzati anche dall’acquirente stesso: commessi spiritosi che giocano a nascondino tra le corsie, due casse aperte su dieci, la mandria di fanciulle avvelenate che si avventa sullo stesso capo non rendendosi conto che la fabbricazione in serie ha regalato a tutti noi la facoltà di trovare lo stesso identico capo nello stesso negozio ed infine- la mia preferita– l’interminabile fila fuori dai camerini. 

Insomma perché mai una persona normale non vorrebbe prestarsi per questa cosa???!

Consci di tutto ciò decidiamo di procedere con il nostro studio. Tenteremo perchiò di dare man forte a questi sventurati, in modo tale da fornire loro proposte INTELLIGENTI e assolutamente PRATICHE per impiegare il loro tempo.

Il nostro KIT di sopravvivenza contiene:

CARTE DA GIOCO

Ancor prima d’arrivare alla meta stabilità voi sapete già che quel maledetto negozio, sì, quello minuscolo dove non si riesce nemmeno a respirare, sarà l’UNICO che non potrà mancare all’appello.

Voi non ci volete entrare, lo so bene. Il solo pensiero che la commessa con voce stridula vi dica “posso aiutarti” senza darti il tempo nemmeno d’entrare, vi fa venire voglia di scuoterla urlando infuocati “NOOOOOOOOO”.

Perché entrare in un posto che vi crea così tanta sofferenza?

Uscite, sedetevi anche per terra, tirate fuori le carte e date inizio alla magia. Vi sentireste degli idioti? Tranquilli, altri oppressi vi stanno attorno, e vedrete che, superato l’imbarazzo iniziale, si lanceranno tutti in un mega torneo.

shopping con le donne

CUSCINO

Attese sono troppo lunghe? In ogni negozio il vostro compagno prova ogni singolo capo più volte bloccato dall’eterna indecisione? Nessun problema! Il cuscino vi garantirà un sonnellino più che piacevole su sedie, panchine o qualsiasi altra superficie, regalandovi sonno preziosissimo e alleggerendo l’insofferenza.

shopping con le donne

TAPPI PER LE ORECCHIE

Fidatevi di me, sono fondamentali. Avete presente quei noiosi e petulanti discorsi come “mi sta bene? Mi fa le cosce grosse?O è troppo corto”? Bene mettete i tappi, stampatevi un sorriso in faccia e ripetete con me: ti sta benissimo!

Unica regola bocciare qualcosa ogni tanto o rischiate di far saltare la copertura.

ATTENZIONE! I fidanzati, non seguendo questi preziosi consigli potrebbero incappare nella sfuriata plus, una deliziosa scarica d’insulti perché “voi dovete esserci con il cuore, non solo con il corpo“.

Consigli? Pregate e chiedete perdono.

VIVERI

Dopo ore passate tra un negozio e l’altro non potete pretendere d’allontanarvi nemmeno per andare in bagno, figuriamoci per dissetarvi o, peggio, mangiare. Prima di partire infilate in tasca/borsa/zaino un energetico e qualcosa da sgranocchiare in modo tale da riempire i lunghi silenzi, mentre l’altro parla da solo ragionando su taglie ed abbinamenti.

GIORNALE

Statisticamente è dimostrato che l’ometto medio impiega all’incirca 26 minuti per perdere interesse durante lo shopping. Qui entra in gioco qualsiasi giornale, rivista o libro, utilissimo per mantenere vivi i neuroni- per i più pazzerelli proponiamo anche settimana enigmistica e sudoku.

Placate il cattivo umore, trovate un posticino comodo e date il via alla vostra lettura. Non temete per il vosto accompagnatore, quando terminerà le sue 150 prove vi richiamerà all’ordine.

shopping con le donne

SMARTPHONE

I bambini hanno spesso e volentieri zone dove disegnare, giocare, guardare un cartone animato. E noi? Noi non abbiamo televisioni, non abbiamo giochi, né luoghi di raccolta.

La salvezza a questo punto sono i fedelissimi smartphone che ci vengono in soccorso combattendo noia e stanchezza.

shopping con le donne

Il nostro pratico kit è ora al completo e l’unica cosa che vi posso augurare è un grosso in bocca al lupo e ricordate, manca poco ai saldi, quindi scegliete bene gli amici ma ancora meglio chi accompagnare a fare shopping.