ALBUM OUT NOW. Tre parole, milioni di infarti. Beyoncé e Jay-Z hanno scelto la tappa londinese del loro OTR II Tour per l’annuncio. Everything is love è il nuovo album della coppia, in esclusiva su Tidal. Un inno all’amore ritrovato, firmato “The Carters”.

L’album della riconciliazione 

I can’t believe we made it”. A distanza di due anni dalle mazze da baseball e i middle fingers up di Lemonade, Beyoncé ce l’ha fatta. Non ci credeva, ma ha davvero voltato pagina insieme al marito Jay-Z e lo ha fatto, come sempre, in grande. Delusione e rabbia sono lontani ricordi. Ora c’e solo l’amore. Everything is love è  il nuovo lavoro dei coniugi Carters, uscito a sorpresa su Tidal il 16 giugno, insieme al singolo “Apeshit”.

Beyoncé si è infuriata. Lemonade, 2016. Il marito si è pentito e ha chiesto scusa. 4:44, 2017. Pace fatta, organizzano pure un tour insieme e sbam! Esce Everything is love, 2018. Mi immagino oramai i due cantanti a discutere in rima e rispondersi col microfono in mano, così, giusto per tenersi pronti. Chissà che ci scappa l’album. Perchè forse, in realtà, non solo Adele ha imparato a monetizzare il dolore e i The Carters ci stanno prendendo decisamente gusto.

Everything is love

I brani di Everything is Love

Utilizzando la musica come terapista, Beyoncé e Jay-Z hanno lavorato sodo per tenere in piedi la loro relazione. Everything is Love è il frutto di questi sforzi, un album caldo, che sposa perfettamente il soul/r&b di Bey e l’hip hop di Jay-Z. Nove i brani pubblicati, ai quali gli sposini lavoravano già nel periodo solista: Summer, Apeshit, Boss, Nice, 713, Friends, Heard about us, Black effect e Lovehappy. Disponibile solo su Tidal la bonus track Salud! 

È il trionfo dell’unione e della famiglia. Tutto l’album è incentrato sulle vicende personali della coppia, dal ricordo dei tempi felici, alla crisi, all’amore ritrovato. Beyoncé, in Lovehappy, riconosce le difficoltà passate, ma si arrende all’amore per il compagno: “Abbiamo dei difetti / ma siamo sempre perfetti l’uno per l’altra”. Trova spazio nel disco anche la primogenita della coppia. La piccola Blue Ivy chiude il brano Boss con una sgridata ai fratellini Rumi e Sir, che hanno appena compiuto un anno.  Si lamenta, invece, Jay Z  in Apeshit e lancia qualche freccia avvelenata ai Grammy 2018. 8 nomination, zero premi. “Tell the Grammy’s fuck that 0 for 8 shit”. L’ha presa bene, insomma.

Everything is love

Il video di Apeshit

È stato proprio il video di Apeshit ad uscire in contemporanea all’album. Beyoncé ha pubblicato un corto sul suo profilo Instagram, insieme alla copertina dell’album, e la clip ha raggiunto in poche ore oltre 6 milioni di condivisioni. Fast like a Lambo. Il video, diretto da Ricky Saiz, è ambientato nel museo Louvre di Parigi. Si apre con l’inquadratura della coppia, in posa, davanti alla Gioconda. Il re del rap indossa un abito acquamarina e una vistosa catena d’oro. La regina del pop, bellissima e piena di ricci, sfoggia un tailleur di raso, sui toni del lavanda, e un collier da mettere in cassaforte.

Le immagini sono un autentico capolavoro e ritraggono i due artisti in diversi outfit, circondati dalle opere più belle del museo. Come ci ha abituati da tempo, Beyoncé appare invincibile e protagonista assoluta. Rappa, balla, si dimena, ondeggia i fianchi tenendo per mano le sue ballerine ed è subito Who run the world?  Non le è bastato il Coachella, l’ascesa continua e la leonessa sembra sempre più affamata.

Everything is love

Diverse le collaborazioni nella stesura dei testi di Everything is love, da Ty Dolla Sign per Boss e David Andrew Sitek per Lovehappy. Per Apeshit i nomi sono quelli di Quavo, Offset e Pharrell, quest’ultimo anche co-produttore del pezzo. Beyoncé e Jay-Z sanno decisamente come catalizzare le attenzioni e, per chi come me cede alle lusinghe, sappiate che saranno a San Siro il prossimo 6 luglio.