Il quarto Live di X-Factor 2018, ieri sera, ci ha deliziati sin dal principio offrendo una chicca davvero particolare. La puntata si è aperta con le immagini di una bellissima donna africana intenta a danzare e istruire con gesti e parole i suoi allievi. Abituato all’opening corale dei concorrenti e alle star musicali che li accompagnano,  il pubblico deve essere rimasto spiazzato di fronte alla comparsa della splendida Germaine Acogny. Scopriamo insieme chi è.

Germaine Acogny e la sua danza

Considerata la madre della danza africana, Germaine Acogny è una coreografa, danzatrice e pedagoga. Ha fondato nel 1968 l’École de Sables, in Senegal, con la missione di sviluppare un tipo di danza al contempo tipicamente africana e universalmente apprezzata. “A volte il giusto cammino non è quello più facile” diceva a Pocahontas Nonna Salice e lo sa bene Germaine, che a quella pianta saggia e immortale somiglia così tanto. Cranio rasato, solida, orgogliosa, è riuscita a ribaltare lo stereotipo dello stile di danza africano per donargli un’accezione del tutto rinnovata all’interno di un contesto di eccellenza artistica. Missione non facile, laddove i preconcetti culturali la fanno da padroni.

Molti pensano che per gli africani la danza sia innata. Non è vero, una cosa è sapersi muovere, un’altra è saper ballare. Devi studiare. Sono stereotipi difficili da sradicare. Certo è che, con la danza, è più facile avvicinare il prossimo e sentirne la verità nel corpo. Perciò la ritengo la prima delle arti, perchè aiuta l’incontro tra etnie e mondi diversi“.

Germaine Acogny

La danza è nella vita di tutti i giorni

Nata a Benin, Germaine Acogny ha studiato danza contemporanea da adolescente in Francia. Al suo rientro a Dakar, la danzatrice ha importato l’esperienza europea in una fusione coreografica con la tradizione autoctona. Trasformare il Paese nella Grecia dell’Africa, questo l’obiettivo. Letteratura, arti plastiche, mancava solo la contemporaneità della danza. È così che Germaine Acogny si trova a dirigere il Mudra Afrique in Senegal, la prima scuola di danza in tutta l’Africa.

Attualmente le sue scuole di danza sono presenti sia in Francia che in Senegal e da oltre 50 anni Germaine è una delle maggiori rappresentati della sua terra sui palchi dei più importanti teatri internazionali. Lei è la donna che ha portato la danza contemporanea in Africa e l’Africa nella danza contemporanea. Il segreto del suo successo e di una apparente eterna giovinezza? L’amore puro e incondizionato per quello che fa. Per la sua danza.

Germaine Acogny

“Perché si danza? Per sentirsi vivi. È il primo gesto del piacere. Persino camminare, o ascoltare musica equivale a ballare. Per me la danza è nella vita di tutti i giorni, mai separata dal nostro quotidiano. Se la gente danzasse prima di andare a lavorare, al mattino, credo che il mondo andrebbe meglio”

La danza di Germaine Acogny incanta l’X-Factor Arena

Il ruolo di un artista è quello di cambiare la mentalità corrente. Tutte le cose che non si sviluppano, muoiono! Io credo che la danza riesca a dialogare con la profondità dell’essere.” Con queste bellissime parole di Germaine Acogny si apre, dunque, la quarta puntata di X-Factor. Per una volta, non è un cantante, ma una star internazionale della danza ad aprire il sipario. Dal videoclip che la ritrae fra i baobab della sua terra, sulla sabbia di fronte all’Oceano, si passa alla performance sul palco dell’X-Factor Arena.

Germaine è di fronte a noi, statuaria, e danza insieme ai ballerini di X-Factor. I concorrenti intonano una bellissima versione di Land of All, di Woodkid. Sarò di parte, ma la coreografia (creata da lei stessa con l’inglese Aaron Sillis, membro del nuovo team guidato di Ferrari), rende l’esibizione magica. Tutto è immerso in uno stato di grazia e i movimenti dei ballerini accompagnano e danno ancor più efficacia alle voci dei concorrenti. Danza e musica si fondono in un linguaggio universale, capace di abbattere qualsiasi barriera linguistica e culturale. D’altronde la stessa Acogny spiega “La danza aiuta la musica a farsi comprendere meglio, a farsi apprezzare meglio. La danza dà più colore alla musica.”

Germaine Acogny

Per chi, come me, si è innamorato dell’arte e dell’animo di questa grande donna, una bella notizia. A lei sarà dedicata anche una puntata di «Dance – Perché balliamo», in onda, a partire dal 19 marzo, su Sky Arte.