X Factor 2020 ha aperto i battenti qualche settimana fa. I nuovi giudici Emma Marrone, Mika, Hell Raton e Manuel Agnelli hanno superato Audizioni, Bootcamp e Last Call senza intoppi, riuscendo a regalare ai loro talenti l’emozione dei Live Show. Purtroppo la pandemia globale non risparmia nemmeno gli studi Sky e la seconda puntata soffre la grande assenza del padrone di casa Alessandro Cattelan, risultato positivo al Covid. A sostituirlo è un’emozionata Daniela Collu, che prende il timone di quella che si rivela di lì a poco una bellissima e importante serata, non solo per la musica.

Daniela Collu e Alessandro Cattelan

Gli artisti di X Factor 2020 già in classifica

Di bravura, quest’anno, ne abbiamo “a pacchi”. Le quattro categorie di X Factor 2020 pullulano di voci meravigliose e personalità insolite. Le Under Donne di Manuelito rivelano una padronanza sconcertante e gli Under Uomini di Emma sembrano artisti navigati. Manuel Agnelli gongola di gioia per aver scommesso sui suoi Little Piece of Marmelade e Mika fa viaggi interstellari nella testa di N.A.I.P. Gli inediti di tutti e dodici i concorrenti sono già disponibili all’ascolto e trasmessi dalle radio, forse a riprova del fatto che…i DPCM spaventano anche X Factor.

Nelle prossime settimane sarà davvero difficile decidere chi eliminare. Se, infatti, mi trovo d’accordo con le prime due esclusioni, la bella Eda Marì e i Manitoba di Manuel, da ora i possibili addii di alcuni di loro mi piaceranno decisamente meno. Il giovanissimo Blind passa dalla periferia umbra al primo posto nella classifica dei singoli FIMI con Cuore Nero (un milione e mezzo di visualizzazioni su Youtube). Vergo, meno giovane portinaio milanese, realizza il suo sogno con la hit Bomba, conquistandosi addirittura gli applausi imbarazzati di Agnelli. La cantante dei Melancholia ipnotizza con la sua voce ed Emma si prenota già per tutti i futuri concerti. Poi ci sono le piccoline, cmqmartina, che sogna di far viaggiare i grandi cantautori sulle note dell’elettronica, e Casadilego, capelli blu e voce da angelo.

Blind -Cuore Nero

Casadilego e il body shaming

E’ proprio la cantante dai capelli turchini a sollevare, durante la serata, una bella discussione. Anno 2003, Elisa (alias Casadilego) studia pianoforte classico e suona la chitarra. Alle Audizioni lascia tutti a bocca aperta per le sue doti canore e interpretative, strappando qualche lacrima perfino al durissimo Manuel Agnelli. Il giudice Hell Raton viene da un mondo musicalmente lontano dalla delicatezza della ragazza, ma di fronte all’emozione ogni distanza svanisce. Casadilego approda così ai Live Show nella categoria Under Donne di Manuelito e continua a convincere ed incantare pubblico e giudici.

Poco prima della sua esibizione nella seconda puntata dei Live, va in onda il filmato dell’assegnazione da parte del suo giudice del brano Xanny, di Billie Eilish. Elisa deve rivedersi nella precedente performance, ma non ci riesce. Si guarda in video e non si piace. Ammette di soffrire molto per i commenti letti sui social dopo le sue esibizioni, commenti che troppo spesso non hanno nulla a che vedere con il suo lato artistico. Body shaming: è questa la definizione della pratica, a dir poco imbarazzante ed inaccettabile, di tutti quei leoni da tastiera che si permettono di giudicare il corpo di una persona, criticandola e disprezzandola pubblicamente.

Elisa Coclite, alias Casadilego

Emma e il suo appello fra le lacrime

Ne sono colpite tanto le celebrità quanto noi “comuni mortali”. Il giudizio cattivo, il commento a sproposito prima o poi arriva e dobbiamo essere pronti a difenderci e passare oltre. Se siamo fortunati, avremo al nostro fianco altre persone ragionevoli a supportarci, come ha fatto giovedì scorso Emma Marrone con la piccola Elisa. “Qui abbiamo trovato un talento vocale straordinario” esordisce Manuel al termine della performance di Casadilego. “Spero che il resto del suo percorso sia attento e oculato, non solo da parte del suo giudice, ma da parte di chi lavorerà con lei perchè questa ragazza ha bisogno di essere protetta.“.

Tocca quindi ad Emma, già visibilmente commossa. Queste le sue parole:
Mi viene da dire che, alla tua età, per come funzionano adesso le cose, avere questo timore nel riguardarsi e nel vedersi allo specchio forse è un miraggio. Significa che c’è ancora qualcosa di sano in questa società ed è una cosa che deve essere preservata.
Io vorrei prestarti i miei occhi, per farti capire quanto è bello guardarti da fuori. Quanto è bello vedere una cosa sana, pura, pulita, una donna con la D maiuscola e con le palle. Con un’integrità che non sia omologata all’immagine di Instagram, di Twitter, di Tik Tok, di tutta quella m***a che ci stanno propinando.
Ti prego, Eli, fammi solo una promessa: rimani così, sempre.”

Non penso serva aggiungere altro. Più amore, più gentilezza e una condivisione bella e positiva. Guariscono meglio di un vaccino.