Il secondo Royal Wedding è finito: Harry ha detto sì. Lo ha detto a Meghan, cioè non a me, né a te che stai leggendo. Harry si è sposato e noi abbiamo passato la mattinata incollate davanti alla tv, versando lacrime che gli altri hanno scambiato per romantica commozione. In realtà, piangevamo di fronte all’ultima possibilità di diventare principesse, possibilità andata in fumo. O, almeno, così credevamo. In realtà, un modo per essere invitate a colazione da Queen Elizabeth esiste ancora. Anzi, i modi sono più d’uno e hanno il nome dei 5 principi ancora single.

 

Arthur Chatto

Principe di primo pelo, Arthur è nipote di primo grado della Regina. Figlio della scomparsa principessa Margaret, nonché 23simo in lista di succesione per sedere al trono di Inghilterra. È nato nel 1999, maggiorenne da poco, da poco diventato legale. Il che vuol dire che c’è tutto il tempo per educarlo e trasformarlo nel marito perfetto. Lo trovate al college di Edimburgo, e su un seguitissimo profilo Instagram – @artchatto.

 

Samuel Chatto

Fratello maggiore di Arthur, Samuel di anni ne ha quasi 22 – il che lo rende legale in tutto il mondo. Se il minore dei Chatto è tutto muscoli e barbecue, Samuel è il perfetto prototipo del bel intellettuale. Uno di quei ragazzi dal viso sempre imbronciato. Uno di quei ragazzi che scrive poesie sotto i propri selfie e conosce il nome dei fiori. Insomma, uno di quelli per cui si sopporterebbero volentieri delle scomodissime scarpette di cristallo.

Abdul Mateen

Se da bambine il vostro preferito era Alladin, Abdul è quel che fa per voi. Con un patrimonio stimato intorno ai 20 miliardi di dollari, il principe del Brunei è l’uomo ideale per scoprire i tesori d’Oriente. 25 anni, una laurea in lettere e una passione per gli sport estremi. L’unico ostacolo da superare per conquistarlo è guadagnarsi l’approvazione delle sette sorelle.

 

Maria Olympia Miller

Per ottenere la corona bisogna essere disposte a scendere a compromessi. Persino a passare all’altra sponda se serve. Non un grande sacrificio se il premio è Maria Olympia, la barbie-principessa di Grecia. D’altronde, è il momento giusto per accaparrarsela: con Harry avrebbe dovuto fidanzarsi lei, avrà il cuore infranto. Correte a consolarla. Mal che vada, magari riuscite a farvi invitare a una delle sue epiche feste di compleanno.

Baby George

No, non vi sto proponendo un’oltraggiosa versione di toy boy. Quel che vi propongo è di essere lungimiranti. Se non vi è riuscito di indossare un diadema, impegnatevi affinché sia vostra figlia a farlo. Entrare a Buckhingam Palace nelle vesti di suocera non è poi così male, tutto sfarzo e niente doveri. Prendete esempio da quel genio del male di Mrs Middleton e iniziate a pianificare con cura la tattica per rendere la vostra fortunata prole una regina.