Ogni anno che passa, si tirano le somme degli obiettivi raggiunti e, soprattutto, si stila la lista di quelli da raggiungere nell’anno venturo. Per gli amanti dei viaggi, spesso questo si traduce nella domanda “Quali luoghi nuovi visiterò?”.
Ognuno di noi ha una personale travel wishlist ma, in questo post, condividerò con voi la mia, sperando di darvi qualche ispirazione su dove andare nel 2017!

Dove andare nel 2017: Europa

Anche se già ne ho vista una grande parte, il Vecchio Continente resta presente nella mia wishlist, e non solo perché è più facile e meno dispendioso da girare. Soprattutto perché custodisce delle chicche ancora, per me, sconosciute.

L’Islanda è una di esse. Quell’isola così lontana mi attira soprattutto per la sua natura ancora incontaminata. Le fonti d’acqua calda, i geyser, le rocciose scogliere fanno parte dell’affascinante immagine di questo Paese solitario e silenzioso che quasi mai fa parlare di sé.
Già mi vedo, in fuori strada sulla Ring Road che circonda l’isola e, magari, sdraiata nel deserto a vedere le Northern Lights!

dove-andare-nel-2017_-islanda

Anche la Bosnia-Herzegovina è sulla lista. Incastrata fra le altre Repubbliche dell’ex Jugoslavia, in molti ne ricordiamo il nome pensando all’orrore della guerra degli anni ’90. Oggi, però, sempre più viaggiatori la visitano, attratti dalle montagne ricche di cascate, dalle rovine medievali e dall’architettura residuo della dominazione turca.

L’idea che in questo Paese si incontrino l’Oriente e l’Occidente (non dimentichiamoci, infatti, della lunga dominazione austroungarica!) lo rende estremamente interessante ai miei occhi. Per di più, sembra che sia estremamente economico: un ottimo incentivo per chi non può spendere tanto e vuole viaggiare lo stesso!

dove-andare-nel-2017_bosnia

Aarhus, in Danimarca, si è meritata il premio di Città Europea della Cultura del 2017. Quale migliore occasione per visitare questo Paese, famoso per il suo stile di vita all’insegna della semplicità e del verde, estraneo alla corruzione e all’arido perbenismo?
Fare un giro fra le strade poco affollate, mangiare un wienerbrød in un bar tutto di legno, andare in barca lungo i canali ghiacciati, fra bambini biondi che scorrazzano scalzi e politici in bicicletta… ecco quello che più mi attira.
Le Fær Øer, poi, sono un po’ il mio sogno proibito: distese infinite di prati a strapiombo sul mare, pochi capannelli di casette di legno colorato, solo tante pecore e pochissime persone!

dove-andare-nel-2017_danimarca

Dove andare nel 2017: il resto del Mondo

Se le mete europee sono tutte più o meno concretamente raggiungibili, quelle extra-europee lo sono un po’ meno. Ma non potevo non includere nella lista le due destinazioni che, da qualche tempo, mi frullano in mente. Almeno una, quest’anno, dovrò assolutamente raggiungerla!

La prima è assolutamente il Perù. Cosa devo aggiungere alla parola Machu Picchu? Vedere dal vivo quella città leggendaria rimasta nascosta fra le montagne fino a poco più di un secolo fa dev’essere un’emozione incredibile.

dove-andare-nel-2017_machu-picchu

Ma penso anche tutti gli altri siti archeologici che testimoniano le civiltà scomparse che popolavano il Perù. Le misteriose linee di Nazca, rimaste intatte per migliaia di anni, Chavín de Huantar, le città di Cuzco e Arequipa… tutto questo rende il Perù un posto estremamente magico e imperdibile.

Un’altra destinazione sulla mia wishlist è la Giordania. L’ispirazione mi è arrivata vedendo queste foto:

Your soul, it's outta this fucking world my friend.. ??

A post shared by JAY ALVARREZ (@jayalvarrez) on

Se vi distogliete un attimo dal modello biondo e tatuato, vedrete un paesaggio spettacolare e un sito archeologico patrimonio dell’UNESCO: si tratta del deserto di Wadi Rum e di El Deir, a Petra.
Ciò che più mi attira della Giordania è proprio la varietà di tesori che custodisce: non solo reperti archeologici, ma anche natura mozzafiato, il Mar Morto e anche il Mar Rosso, all’estremo Sud del Paese. In più non è poi così lontana!

La lista potrebbe andare avanti all’infinito, ma per ora ci fermiamo qui. Che ne pensate di queste destinazioni?