Il lago di Como è famoso in tutto il mondo. Per alcuni, luogo di villeggiatura di lusso degno di una star di Hollywood; per altri, invece, la cornice di una delle storie d’amore più belle e tormentate, quella dei Promessi Sposi. Quello di cui siamo certi è che si tratta di un luogo unico nel suo genere per la sua bellezza, storia e varietà di paesaggi e piccoli borghi. Ed è proprio di un piccolo borgo che oggi vogliamo parlarvi: Nesso. Noi di That’s All Trend ci siamo stati e vi spiegheremo cosa vedere e come raggiungerlo.

Nesso-como-lago

 

Nesso: alla scoperta di un piccolo incanto

Nesso si trova sulla sponda orientale del Lago di Como, sulla strada che da Como porta a Bellagio. Per raggiungerlo, vi consigliamo di prendere una moto o scooter; è possibile anche in auto o bus, ma la strada è stretta e non sempre è facile trovare parcheggio, soprattutto in alta stagione.

Il borgo nasconde al suo interno l’Orrido di Nesso, non visibile dalla strada. Si tratta di una profonda gola naturale, dove i due torrenti, il Tuf e il Nosè, si uniscono e formano una cascata, detta Cascata dell’Orrido. La gola può essere ammirata dall’antico ponte della Civera oppure scendendo fino al lago percorrendo una scalinata di 340 gradini. Portatevi delle scarpe comode e non siate pigri, ne varrà la pena.

nesso-passaggio

A fine scalinata, infatti, vi ritroverete in un luogo incantevole: davanti a voi, lo scenario del lago come non l’avete mai visto, al livello dell’acqua, mentre alla vostra sinistra, un insolito passaggio vi condurrà alla cascata. Tra le altre attrazioni di Nesso ci sono anche la chiesetta di San Martino, costruita nel XII secolo e la chiesa di Santa Maria in Vico con pregevoli pitture del Benzi.

nesso-ponte

Se vi trovate dalle parti di Como, perciò, prendetevi due orette per fare una tappa in questo piccolo borgo, scoprirete un luogo incantato che vi lascerà a bocca aperta. Per saperne di più su nesso e il lago di Como visita il sito www.comoeilsuolago.it.

E se siete alla ricerca di altri borghi da visitare in primavera il nostro articolo “La primavera dei borghi” fa proprio per voi.