L’estate, anche se molto lentamente, si avvicina e i più organizzati stanno già pianificando le ferie.

La fatidica proposta di tanto in tanto arriva…e tu tremi: “vacanza in tenda quest’anno?
Che siano i tuoi amici ad aver avuto la brillante idea o il tuo ragazzo non ha importanza. Resta il fatto che tu il campeggio lo detesti, non ci trovi nulla di romantico o di affascinante nel dormire dentro un igloo di plastica e nel condividere il bagno con sconosciuti.

Perché non è possibile prenotare un hotel come sempre?

La verità è che il campeggio non è così male, anzi, potrebbe addirittura rivelarsi una piacevole sorpresa.

campeggio1d

INNANZITUTTO, SFATIAMO UN MITO.

Piastra, trucchi, smalti e creme si possono portare! “Campeggio” non fa necessariamente rima con capelli disastrati, pelle secca e occhiaie in evidenza: chi l’ha detto che, anche qui, non si possano mantenere intatti i riti di bellezza quotidiani? Certamente non sarà così facile fare alla propria chioma una maschera yogurt-olio di cocco-e-miele, e tantomeno uno scrub per il viso argilla-semi di papavero-e-fiori di lavanda, ma questo non vuol dire che vada accantonata in toto la beauty routine. Se per il camping selvaggio –quello con una tenda piantata in mezzo al nulla, il cielo stellato sopra di te e la frustrazione dentro di te lo spirito d’adattamento è imperativo, usufruire di aree adibite e appositamente attrezzate ai campeggiatori è tutt’altra storia. Come per le strutture alberghiere, anche in questo caso la classificazione avviene attraverso il numero di stelle, ma tendenzialmente vengono garantiti servizi igienici adeguati, docce calde, prese per la corrente e personale addetto alla pulizia. Pertanto, non serve rinunciare a nulla. La scusa “ma i capelli come me li piastro?” e la fissazione dei bagni sudici e puzzolenti sono d’altri tempi.

La proposta alternativa, molto più liberatoria, che suggerisco è invece proprio quella di cogliere l’occasione del camping per prendersi una pausa in tutti i sensi: non trovate possa essere rilassante avere un look nature almeno in vacanza, in un contesto in cui normalmente la gente se ne frega abbastanza dell’estetica? Se la risposta è un no categorico, non sarà certo il campeggio a limitare la vostra determinazione.

campeggio-(4)

IL CAMPEGGIO E’ UNA BEAUTY FARM.

Di primo acchito questa affermazione può risultare esagerata, ma procediamo per ordine.
Al di là del fatto che le piazzole attaccate ai bagni non le vuole nessuno, più la vostra tenda sarà posizionata a debita distanza, più strada sarete costrette a percorrere solo per doccia e pipì. In generale, avendo a disposizione ben poche comodità, sarà inevitabile camminare all’incirca tutto il giorno: l’app del contapassi a fine giornata vi darà grandi soddisfazioni!

Insomma, stare costantemente all’aria aperta, in movimento, svolgendo le svariate attività manuali che il contesto necessariamente richiede, fa bene alla salute! E se l’idromassaggio della piscina – di cui molto spesso i campeggi sono dotati, ebbene sì!- per voi non è abbastanza, ricordatevi che per fare la sauna non serve andare chissà dove: una sessione pomeridiana di mezz’ora dentro la tenda vi permetterà di purificare la pelle, eliminare i liquidi in eccesso e stimolare la circolazione allo stesso modo!

Per di più ricordiamo che in campeggio si è portati a consumare pasti piuttosto frugali, dalle preparazioni veloci e facilmente realizzabili con la poca attrezzatura a disposizione. L’effetto detox del camping è dunque assicurato a 360°!

campeggio1

PAROLA D’ORDINE: SOCIALIZZAZIONE.

In campeggio le persone sono così “scialle” e rilassate che non impiegherete molto tempo ad entrare nel mood “relazioni pubbliche facili”.

Così nel giro di 24 ore, dopo aver dimenticato gli attacchi di collera provocati dal montaggio della tenda del giorno prima, comincerete anche voi a fare cose insolite come: dare il buongiorno e la buona notte ai vicini di piazzola o augurare loro buon pranzo e buona cena, salutare chiunque all’interno del camping – un po’ come accade nei sentieri di montagna-, prestare sale e pepe a destra e a manca, domandare il dentifricio alle persone che si stanno lavando i denti in bagno, andare a lavare i piatti quando ai lavandini c’è un bel po’ di gente – e magari anche il belloccio già adocchiato– per chiacchierare!

campeggio-(1)

DIVERTIMENTO E BENESSERE.

Il campeggio richiede un po’ di flessibilità senza dubbio, ma con una buona organizzazione, un adeguato equipaggiamento e tanta voglia di sorridere, la riuscita della vacanze è assicurata. Tornerete a casa più belle di prima!

Dategli almeno una possibilità!

Questo articolo è presente ne l’Edicola di CittaWeb