Passeggiare nella natura, anche solo per un giorno, aiuta a distrarsi dalle preoccupazioni quotidiane, a staccare la spina e a riconquistare serenità e benessere. Ecco le migliori passeggiate in Italia.

A fronte del forte momento di difficoltà che il Paese sta attraversando e per ricordarci della bellezza così unica e varia del nostro territorio, noi di TAT’s abbiamo raccolto alcuni spunti per le vostre passeggiate del fine settimana. La bellezza di questi paesaggi si rivela attraverso i profumi e i suoni dei boschi, dei torrenti e dei laghi, per la pace della mente e del corpo. Le possibili passeggiate in Italia sono infinte, noi abbiamo selezionato 10 alternative.

Una delle statue del Sentiero delle Espressioni di Schignano

Lombardia: passeggiare nel bosco fatato

Il Sentiero delle Espressioni è uno dei sentieri imperdibili del Nord Italia, situato in località Comana, a Schignano Val d’Intelvi in provincia di Como. Unisce la tranquillità di una passeggiata in mezzo alla natura tra sentieri verdeggianti e mulattiere, e la bellezza dell’arte: disseminate lungo il percorso tra i monti infatti si trova un’affascinante rassegna di sculture intagliate in legno di larice e castagno. La rassegna d’arte a cielo aperto è distribuita lungo il percorso in punti strategici nel bosco o in mezzo ai prati. Le opere che adornano il Sentiero delle Espressioni sono realizzate dagli intagliatori lignei dell’associazione La M.A.SCH.E.R.A. di Schignano, noti soprattutto per le maschere carnevalesche. Ogni anno il percorso si arricchisce di nuove statue realizzate da artisti selezionati durante la manifestazione Boscoltura, dove gli intagliatori di sfidano in una vera e propria gara d’intaglio, realizzando dal vivo le sculture pensate per il percorso.

Cella Monte in Monferrato

Monferrato: passeggiare attraverso uno dei borghi più belli d’Italia

Questo itinerario a piedi è un percorso ad anello che ha come punto di partenza e di arrivo Cella Monte, località a una decina di chilometri a sud di Casale Monferrato e circa 30 a nord di Asti. È iscritta nell’elenco dei Borghi più belli d’Italia, ed è una delle località più caratteristiche e suggestive dell’intero Monferrato Casalese.

Il percorso n. 754 conduce attraverso il borgo e le sue caratteristiche case in pietra, per poi uscire verso la campagna. Si prosegue tra campi coltivati fino all’incrocio con la frazione Coppi, un coloratissimo borgo con quadri sulle pareti esterne delle case. Attraversato il piccolo centro abitato, si inizia a salire lungo una strada con vista sui vigneti e sull’arco alpino.

Il punto più panoramico è il Belvedere Sant’Anna, dove le colline lasciano spazio a una vista senza limiti sulle montagne. La passeggiata, complessivamente, è molto gradevole e non presenta tratti particolarmente impegnativi.

Trentino Alto Adige: passeggiare tra i fiori

A poca distanza dal Lago di Ledro in Trentino Alto Adige, in località Tremalzo, si trova la passeggiata ideale per gli amanti dei fiori, che si allunga in una delle aree di interesse floristico più importanti delle Alpi.

La zona di Tremalzo è infatti famosa per la sua biodiversità: sono presenti ben 21 endemismi, piante e fiori che non crescono in nessun altro luogo. Tra questi la Silene Elisabethae e la Daphne Petraea. La camminata in mezzo ai pini mughi, con le montagne dell’Adamello sullo sfondo, dura un’ora e mezza circa ed è adatto ai principianti e accessibile anche ai passeggini.

Passeggiate in italia
La località di Tremalzo in Trentino Alto Adige è famosa per la sua biodiversità

Liguria: l’Alta via delle Cinque Terre

Conosciuto come Alta via delle Cinque Terre, il sentiero n.1 del CAI della Spezia è un itinerario pedonale che parte da Portovenere e termina a Levanto. Un percorso particolarmente interessante che incrocia tutto il parco delle Cinque Terre. Un lungo tratto di costa rocciosa ricco di baie e spiagge bagnate da mare cristallino, e colorato dai cinque famosissimi paesini di pescatori.

È lungo circa 40 km e per percorrerlo tutto occorrono 10-11 ore, infatti di solito lo si suddivide in tappe, anche se farlo in un solo giorno è possibile, ma si consiglia solo ai camminatori più allenati.

Un percorso impegnativo, di media montagna, ma accessibile a tutti. Pur seguendo il crinale, infatti, non tocca mai le vette, aggirandole di lato, solitamente a mare. Se volete un consiglio: il sentiero viene sempre descritto con partenza da Portovenere, tuttavia se lo si percorre partendo da Levanto la salita sarà più dolce.

Passeggiate in italia
Il villaggio di Corniglia nelle Cinque Terre

Passeggiare nel Parco del Delta del Po

Il Parco del Delta del Po della Regione Emilia-Romagna sorge su una superficie di oltre 52.000 ettari, una vasta area con caratteristiche ambientali ed ecologiche uniche, che ospita più di 300 specie di animali e più di 1000 specie vegetali.

Il territorio del Parco del Delta del Po è costituito da 6 aree, ciascuna con caratteristiche ambientali, ecologiche e culturali uniche. I numerosissimi itinerari possibili permetteranno di scoprire la storia e l’evoluzione di questa area e di ciò che l’acqua può determinare. Il primo dei percorsi più facilmente percorribili è quello delle Valli di Comacchio: oltre 13.000 ettari d’acqua che offrono il tipico paesaggio delle aree salmastre. Sono il regno dell’anguilla e di una miriade di uccelli che si possono avvistare seguendo comodi percorsi pedonali e ciclabili.

La secolare salina di Cervia è un straordinario habitat naturalistico: una delle aree più emblematiche della parte meridionale del Parco. Una passeggiata alla scoperta dei luoghi dell’Oro bianco, così prezioso nel passato e estratto ancora oggi.

Passeggiate in italia
Il tipico paesaggio delle aree salmastre

Toscana tra natura, arte e fede

La regione Toscana è percorsa da nord a sud per quasi 400 km dalla Via Francigena, l’antico cammino dei pellegrini che nel Medioevo univa Canterbury a Roma. È diviso in 16 tappe: ognuna di queste tappe può essere percorsa a piedi, in bicicletta e anche a cavallo. Delle 16 tappe in cui è suddivisa, tre sono le più facili e adatte ad escursioni in giornata.

La prima è la tappa da Lucca ad Altopascio, 18.6 km che si percorrono in 4 ore circa. Si lascia Lucca da porta San Gervasio per un percorso facile e pianeggiante, interessante per i numerosi edifici storici e religiosi che s’incontrano lungo l’itinerario, circondati da boschi che anticamente erano infestati dai briganti.

Da Altopascio inizia poi una tappa di 29.5 km, percorribili in meno di 6 ore, la cui parte iniziale è proprio il selciato dell’antica Via Francigena. Si superano le colline delle Cerbaie, selvagge e deserte, e si supera l’Arno, per giungere a San Miniato, ricco borgo medievale ancora oggi perfettamente conservato. L’ultima delle tappe più facili è quella che va da Gambassi Terme a San Giminiano, 13.3 km che si completano in 3 ore circa.

Un breve percorso, interessante per la bellezza dei crinali della Val d’Elsa, disseminati di castelli e abbazie, percorrendo un tratto di selciato medievale. Il fascino di questo sentiero della fede è rimasto immutato. Oggi offre a chi lo imbocca la possibilità di vivere un’esperienza unica: non solo paesaggistica, ma anche enogastronomica, storica, culturale e artistica.

Passeggiate in italia
Il fascino di questo sentiero della fede è rimasto immutato

Itinerari nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise 

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise dispone di una vasta rete di sentieri che ne percorrono l’intero territorio: quasi 150 itinerari, per un totale di circa 750 km. Questa rete di percorsi ha origini storiche molto antiche, legate a necessità pastorali e ai transiti commerciali.

Una delle escursioni più belle è senza dubbio l’itinerario che risale la Val Fondillo, una passeggiata della durata di circa 6 ore nel cuore del Parco. Il sentiero risale tra i monti lungo il ricco torrente Fondillo, dalle sponde ammantate da una ricca vegetazione.

Notevole è anche la fauna della valle, caratterizzata dalla presenza dell’Orso bruno marsicano, che talvolta viene avvistato dagli escursionisti. Lungo il percorso si incontra la Grotta delle Fate: una scalinata fatta di lunghe radici di faggi porta alla grotta bassa e lunga dalla quale sgorga acqua pura e trasparente. 

Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

In Puglia lungo il Cammino Materano

La Via Peuceta è un percorso a piedi di circa 160 km che unisce la Basilica di San Nicola a Bari ai Sassi di Matera. Si può percorrere tranquillamente  in autonomia, i percorsi più semplici sono sicuramente le tappe pugliesi, poichè il percorso diventa sempre più ripido e impegnativo man mano che ci si avvicina alla Città dei Sassi. 

Il percorso si snoda attraverso l’antico territorio della Peucezia: dalla lussureggiante foresta di ulivi che caratterizza la piana costiera, alle distese steppiche dell’altopiano delle Murge, ai boschi di conifere e querceti, fino alle incisioni carsiche che costituiscono l’incantevole scenario rupestre in cui sorgono Gravina in Puglia e Matera.

Lungo questo percorso si scopre il ricchissimo patrimonio culturale apulo e lucano, ma anche una natura selvaggia e bellissima, ricca di profumi e di gente ospitale e piena di spirito. 

Passeggiate in italia
L’incantevole scenario dell’antica Peucezia

Sicilia: alla scoperta di antiche vestigia

La passeggiata si sviluppa lungo le falde del promontorio roccioso che incombe sulla cittadina di Cefalù. Il sentiero, uno stretto viottolo in terra battuta, procede sempre in salita tra piante selvatiche e sporadici alberi, regalando viste panoramiche sul capo della Kalura e l’omonima torre, residuo di un vasto sistema difensivo realizzato dagli spagnoli, e sul borgo di Cefalù.

Sulla sommità della Rocca, ad un’altitudine di circa 270 mt, si trovano i resti del castello edificato nel XII secolo, e di due cisterne per la raccolta dell’acqua e della cinta muraria superiore. Il sentiero del ritorno, un po’ più impegnativo, scende con alcuni tornanti sino a un interessante complesso architettonico che ingloba i resti di più edifici costruiti in epoche diverse tra cui il Tempio di Diana, il monumento più famoso, e i resti di due chiesette bizantine.

passeggiate in Italia
Cefalù dominata dalla sua Rocca

Sardegna: la Gola di Gorropu

La gola di Gorropu segna il confine naturale tra i territori comunali di Urzulei e Orgosolo, è lunga circa 1.5 km, profonda 500 mt, e sul fondo raggiunge la larghezza di 4-5 mt. Questa straordinaria gola è raggiungibile unicamente a piedi e ha preservato il suo fascino severo e selvaggio.

Il percorso più semplice dura 2 ore, si può effettuare con una guida o in autonomia, partendo dalla località Sa Barva e risalendo per 6 km la rigogliosa valle del Rio Flumineddu, il corso d’acqua che ha scavato la gola. Le caratteristiche di dimensione e forma rendono Gorropu un autentico capolavoro della natura, e allo stesso tempo un prezioso scrigno di biodiversità. Le rocce racchiudono un ricco contenuto di fossili di conchiglie e ricci di mare, creati tra i 190 e i 60 milioni di anni fa.

Un habitat così particolare non può che aver favorito la presenza di gran parte della fauna tipica del Supramonte, mentre tra le alte pareti nidifica ancora l’aquila reale.

Passeggiate in italia
La gola di Gorropu in Sardegna

Camminare potrebbe diventare la vostra attività preferita per l’estate 2020. Come avete visto, esistono innumerevoli percorsi e possibili passeggiate in Italia. A trarre giovamento da una bella camminata non è solo la nostra mente, ma il nostro organismo nel suo completo. È un’attività adatta a tutti, anche senza una particolare preparazione atletica, permette di rilassare la mente e allo stesso tempo tenere in forma il corpo.

.