Dopo Monte Sant’Angelo e la provincia di Foggia un’altra tappa da visitare per conoscere il lato più inaspettato della Puglia è proprio la città di Foggia, situata al centro del bellissimo tavoliere.

Una giornata a Foggia: cosa vedere

La Cattedrale di Foggia è tra le prime attrazioni turistiche della città. Dichiarata monumento nazionale nel 1940, la cattedrale è un  gioiellino di architettura e un punto di riferimento per i foggiani.

giornata a Foggia
Cattedrale di Foggia

Oltre alla cattedrale, un luogo da non perdere è il Museo Civico di Foggia. Vasi, quadri e sculture: questo museo è il luogo ideale per fare una passeggiata attraverso la storia. Tra le aree che più mi sono piaciute c’è quella dedicata all’archeologa foggiana Marina Mazzei. Tra i reperti più belli, alcuni vasi policromi risalenti al III secolo a.C. colorati di una particolare sfumatura di rosa detta “rosa canosino”

Dopo aver fatto un giro all’interno del museo, vi consiglio di soffermarvi all’esterno e di ammirare l’archivolto del palazzo di Federico II. Al centro di esso c’è un’epigrafe, che testimonia la volontà del sovrano di voler rendere Foggia una gloriosa sede imperiale.

Esterno del Museo Civico di Foggia. Archivolto del Palazzo di Federico II.

Una giornata a Foggia: dove mangiare

Per quanto riguarda il cibo, non si può dire di aver visitato Foggia senza aver mangiato almeno una volta al ristorante Al Primo Piano.

Situato in Via Pietro Scrocco 27, Al Primo Piano è un ristorante versatile che possiede un’atmosfera sofisticata e allo stesso tempo familiare. Vi accoglierà lo Chef Nicola Russo, la cui missione è quella di proporre mescolando tradizione e innovazione la cucina tipica della Daunia. Fiore all’occhiello del menù sono le carni e la vasta e ricercata lista dei dolci.

Dessert dal Menù del Ristorante Al Primo Piano

Una giornata a Foggia: dove fare shopping

Un posto dove ho lasciato il cuore è senz’altro la Libreria Velazquez, una libreria indipendente nel centro di Foggia dove (ri)scoprire il piacere della lettura. Da Javier Marias a Jonathan Coe, la Libreria Velazquez offre al lettore la possibilità di variare generi letterari e scoprire nuovi scrittori.

Nonostante sia aperta da poco più di un anno, la libreria è riuscita a coinvolgere i foggiani grazie ad una serie di attività ed eventi per lettori di tutte le età. Infatti, oltre ad avere un ampio settore dedicato alla letteratura per i più piccoli, la Libreria Velazquez organizza diverse iniziative per avvicinare alla lettura i più giovani. L’atmosfera che si respira da Velazquez è un’atmosfera di casa: sembra di stare in un grande salone pieno di libri dove rilassarsi e staccare la spina.

Libreria Velazquez

#TATSTIPS: i nostri consigli di viaggio 

Passeggiando per il centro di Foggia fermatevi in piazza Umberto Giordano, la piazza dedicata all’omonimo compositore foggiano. La figura di Giordano è circondata da sette altri gruppi bronzei che rappresentano le sue opere più famose come ad esempio l’Andrea Chèrnier.

Situata all’interno della zona pedonale della città di Foggia, è il posto ideale per ricaricare le forze e rimettersi in marcia!