La vacanza a Sharm El Sheik è una delle più gettonate tra i travel addicted. La città è una delle più note mete balneari dell’Egitto. Affacciata sul Mar Rosso e collocata nella parte sud della Penisola del Sinai, è una città ricca di villaggi turistici.

Prima del 1967 era poco più di un villaggio di pescatori, lo sviluppo commerciale iniziò dopo l’arrivo degli israeliani che costruirono la città di Ofira, la prima città concepita per i turisti. Quando poi nel 1982 il Sinai tornò sotto il controllo degli egiziani, il nuovo governo si adoperò per lo sviluppo turistico su tutto il territorio.

Sharm El Sheik una località meravigliosa, con odori e profumi che riportano a mondi esotici e ormai perduti.  Il mare brilla di molteplici colori, le spiagge bianche invogliano al riposo, e la gente del luogo riesce sempre a strapparti un sorriso. Per chi invece vuole godersi una Sharm El Sheik diversa, non solo all’insegna del mare e del riposo, ecco a voi le tre cose da fare e da vedere assolutamente. Pronti per una vacanza a Sharm El Sheik?

1: La città vecchia

Posta circa a 20 km dai villaggi turistici di Sharm, la città vecchia ha come luogo nevralgico l’Old Market o Old Egypt, il vecchio mercato pieno di negozi di ogni genere, piccole boutique, gioiellerie e moltissimi bar e cafè pittoreschi e tutti colorati.

Qui si respira la vera essenza della città, con i bambini che giocano nella piazza, le donne con i loro chador dai mille colori sedute a parlare, ed un profumo di spezie che riempie ogni vicolo, ogni stradina ed ogni zona della città. Ma ciò che più di tutti colpisce è la Moschea di Al Mustafa; imponente nella sua grandezza, ha uno stile unico, dove il marmo ne fa da padrone, di sera illumina la piazza lasciando tutti a bocca aperta.

Citta vecchia di Sharm El Sheik
Old Market

2: Parco nazionale di Ras Muhammed

Il parco nazionale è situato all’estremità sud del Sinai, ha una superficie di estensione di circa 580 mila chilometri quadrati, dove la superficie marina è la parte più estesa. L’ingresso della riserva si trova a circa 12 km da Sharm e l’ingresso è caratterizzato da una scultura monumentale chiamata la “Porta di Allah”, costruita dagli israeliani e dagli egiziani come segno di pace.

Il deserto è il padrone assoluto di questa bellissima riserva, i colori caldi del tramonto ti fanno innamorare ma la vera bellezza è nel mare; la superficie protetta marittima si estende per circa 345 chilometri, qui gli appassionati di immersioni non potranno che rimanerne incanti, la moltitudine di pesci che si possono trovare sono di rara bellezza, e provocano una sensazione di pace e di libertà assoluta. Attenzione in estate perché qui il clima si fa rovente.

Porta di Allah
Porta di Allah

3: Pranzo nella tenda beduina durante la vacanza a Sharm El Sheik

Immancabile durante un viaggio in Egitto è il pranzo nella tenda con i beduini. Si può fare all’interno del parco nazionale di Ras Muhammed. Sotto le loro tende si possono assaggiare cibi da loro preparati, fatti sulla brace, verdure speziate e tanto buon tè, tutto rigorosamente con acqua sigillata. Non mancherà la musica ed il loro mercatino dove poter comprare bracciali, creme di latte di cammello e molte foglie di tè.

Accampamento Beduino
Beduini

Una vacanza a Sharm El Sheik vi regalerà momenti magici e intensi. Non vi resta che prenotare per credere!
Per saperne di più sull’Egitto potete visitare il sito www.egypt.travel. Se invece siete in cerca di qualche altro spunto di viaggio leggete questo articolo.