Da tempo penso ad un viaggio itinerante tra le regioni centrali dell’Italia, alla scoperta di tutti quei posti tanto meravigliosi quanto sconosciuti. Vi assicuro che dopo un week end in Abruzzo, la voglia di fare quel viaggio è cresciuta a dismisura. Sono bastati due giorni in questa spettacolare regione per convincermi ancor di più della bellezza di questi luoghi, sia dal punto di vista paesaggistico sia da quello enogastronomico.

Il mio week end in Abruzzo è stato “l’antipasto” perfetto, ottime premesse per una cena che si preannuncia eccellente!

Vi racconto allora la mia breve esperienza: dove sono stata, cosa ho fatto… Ma soprattutto i fantastici prodotti che ho assaggiato!

week end in Abruzzo

Perché un week end in Abruzzo

Secondo l’Huffington Post statunitense, l’Abruzzo è la quinta regione al mondo con la più alta qualità della vita. E non stento a crederlo! Natura incontaminata, mare, cibo e vino di qualità.

Che altro serve per vivere alla grande?

L’Abruzzo vanta anche il titolo di Regione verde d’Europa, grazie alla presenza dei suoi tre Parchi nazionali, del Parco regionale naturale del Sirente – Velino, dell’Area marina protetta Torre del Cerrano e delle trentotto aree protette che rappresentano il 36,3% della sua superficie totale- la più alta in Europa.

Un patrimonio unico dal punto di vista della varietà delle specie animali e vegetali presenti sul territorio.

week end in abruzzo

Abruzzo forte e gentile”, nella saggezza delle parole di Primo Levi è racchiusa l’essenza di una terra non solo incantevole dal punto di vista paesaggistico, ma anche ricca di storia, tradizioni e cultura.

In Abruzzo c’è davvero tutto: mare, montagna, parchi naturali, laghi, centri termali, borghi, castelli e città d’arte. Questa regione oltre ad essere bella da vedere, è anche incredibilmente viva e accogliente. Alle sagre e alle numerose iniziative organizzate per i buongustai, si aggiungono i numerosi itinerari pensati per gli amanti dello sport, dallo scii, al trekking, al ciclismo.

week end in Abruzzo

Cosa gustare in un week end in Abruzzo

Tornando alla rilevante tematica della tavola, vi racconto le prelibatezze che ho assaggiato perché questa regione, oltre a essere bella da vedere e molto accogliente, è anche buona da gustare. I sapori e la qualità delle materie prime di un territorio incontaminato, esaltano il gusto dei prelibati piatti della tradizione abruzzese. Formaggi, salumi, pasta, carne e pesce… Ce n’è davvero per tutti i gusti.

week end in Abruzzo

Nell’infinità di ricette tipiche abruzzesi, non potete perdervi i famosi arrosticini o li rusctelle, nel dialetto abruzzese  carne di pecora infilzata su bastoncini di legno e cotta sulla brace. Per quanto riguarda i vini, nella vasta gamma degli eccellenti prodotti abruzzesi impossibile non assaggiare il Montepulciano d’Abruzzo DOC e il Trebbiano d’Abruzzo DOC.

Il Movimento Turismo del Vino Abruzzo organizza diverse iniziative per veri winelovers come Il Treno del Vino, Cantine Aperte, Calici di Stelle, Il Cammino dei Vignandanti e 11 Divino, in cui è possibile conoscere da vicino le eccellenti cantine del territorio e degustare gli ottimi vini abruzzesi.

week end in Abruzzo

Ancora, l’Abruzzo è noto per le sue produzioni ortofrutticole bio, come pesche e nettarine, e per altri prodotti di altissima qualità, tra cui l’olio Aprutino Pescarese DOP, la patata IGP dell’Altopiano del Fucino, lo zafferano DOP dell’Aquila, l’aglio rosso e i confetti di Sulmona.

La Transiberiana d’Italia Sulmona-Carpinone-Isernia

Altra rarità nel cuore del nostro Paese è la Transiberiana d’Italia, di cui vi ho già parlato nel mio articolo Il treno del vino in Abruzzo. Non perdetevi un’escursione su questo treno storico che parte dall’Abruzzo e arriva in Molise, passando attraverso una ferrovia tortuosa e difficile, tra montagne e strette gole. A bordo del convoglio storico – realizzato tra il 1920 e 1930– con carrozze “centoporte” , “terrazzini” e meravigliosi interni in legno, vi godrete un tracciato spettacolare tra Parchi nazionali, Riserve naturali e piccoli centri abitati.

Un viaggio incredibile che vi regalerà viste mozzafiato ed emozioni uniche. Dal finestrino accanto a voi, proprio come in un documentario, scorreranno panorami di sorprendente bellezza: dal massiccio della Majella con le sue ragguardevoli cime e i suoi grandiosi altipiani carsici, a monumenti storici e opere d’arte.

20170514_112102

L’associazione LeRotaie-Molise organizza giornate a tema a bordo del treno- come il Treno Trekking e il Treno della Birra– con guide che descrivono la storia della ferrovia e la geografia del territorio e musica popolare itinerante tra le carrozze per tutta la giornata. A terra, oltre alla musica che fa sempre da cornice, stand gastronomici per assaporare la locale tradizione culinaria e visite guidate alla scoperta di musei, borghi antichi e tradizioni locali.

Qualche consiglio utile per un week end in Abruzzo

Se non avete troppa voglia di guidare, l’aereo è la soluzione più comoda per raggiungere l’Abruzzo volando su Pescara – io ho preso un volo Ryanair per Pescara da Orio a un prezzo davvero conveniente. L’aeroporto di Pescara è molto vicino al centro e ben collegato. In alternativa c’è sempre il trenoho provato anche quello in modo da fornire una testimonianza abbastanza completa. Per il ritorno ho preso un Intercity notte da Pescara, economico e non così traumatico come può sembrare. Certo, meglio sempre un Freccia Bianca o un Freccia Rossa più caro, ma più veloce.

Pescara è una città molto giovane e viva. Se decidete di utilizzarla come base per gli spostamenti vi suggerisco di alloggiare nel BB Casa Gaia, situato in una posizione comoda per raggiungere tutto a piedi: mare, centro e stazione. La struttura è nuova e ha camere moderne, pulite e spaziose. Sempre in città vi consiglio un pranzo sul mare nel bellissimo chalet Alcyone, ottimo pesce e bellissima veranda proprio sulla spiaggia. Io ho scelto i maltagliati integrali fatti a mano con sugo di scampi e vongole e filetto di tonno con miele e pistacchi, accompagnati da un buon trebbiano, davvero un pasto eccellente.

week end in Abruzzo

Non potete lasciare Pescara senza aver assaggiato gli arrosticini fatti a mano del Julius, talmente gustosi che non si possono descrivere a parole. Per la sera, gli amanti della movida possono concedersi un drink nella movimentata zona tra via delle Caserme e corso Gabriele Manthone oppure sul lungo mare, in uno dei locali sulla spiaggia.

Potrà anche sembrare banale, ma per vedere posti meravigliosi dispersi nella natura incontaminata – senza rinunciare a storia, cultura e divertimento – non serve andare dall’altra parte del mondo… basta un week end in Abruzzo!